MATRIMONIO AI TEMPI DEL COVID

Questo luglio sarà ricordato per i matrimoni audaci.
Quelli che nonostante una pandemia mondiale,
nonostante i divieti, le restrizioni “s’hanno da fare”.
Perché sì. Perché ci sono mille un motivo per non rinviare delle promesse
e per posticipare “la festa” appena sarà possibile.

organizzare matrimiono tempi covid- regole- idee- suggerimenti - coronavirus
weheartiit.com

 

Sì, perché scegliere di sposarsi quest’anno significa scendere a dei compromessi.
Quelli di contenere il più possibile il numero degli invitati,
mettere in conto qualche defezione di chi non se la sente di partecipare ad un evento
perché preferisce starsene ancora isolato,
vedere spuntare mascherine nell’album dei ricordi,
organizzare anche – non necessariamente –
un secondo “evento” con tutti gli invitati
che si sono dovuti “tagliare” per causa di forza maggiore.

organizzare matrimiono tempi covid- regole- idee- suggerimenti - coronavirus
weheartit.com

 

Ma non tutti i mali vengono per nuocere. Anzi.
Come in tutti i matrimoni c’è una premessa doverosa da compiere:
non si possono accontentare tutti, non a tutti piacerà cosa avremo scelto.
Detto questo, agiamo secondo il nostro cuore, buon senso e galateo (perché no).
Siamo sinceri con noi stessi e capiamo realmente ciò che vogliamo:
se il nostro sogno è il classico matrimonio meglio rinviare,
se invece la nostra necessità è non aspettare, scendiamo a compromessi.

Non è detto che un matrimonio ai tempi del Covid sia meno bello,
meno sentito, meno divertente.
Anzi.
Ci saranno solo pochi – ma buoni – invitati.
Persone fortemente motivate per ragioni di cuore ad essere lì quel giorno
(perché per la forma, sono tutti esonerati causa pandemia mondiale.
Quindi se vogliamo declinare l’invito perché abbiamo “paura” diciamo la verità e non inventiamoci scuse assurde).

organizzare matrimiono tempi covid- regole- idee- suggerimenti - coronavirus
Gossip Girl

 

ALCUNI SUGGERIMENTI

SE IL MATRIMONIO E’ STATO RINVIATO

Se il matrimonio è stato rinviato perché si sarebbe dovuto tenere in pieno lockdown, avremo alcuni invitati che saranno, inevitabilmente, finiti in panchina. Vanno avvisati che comunque le nozze saranno celebrate in forma privata e invitati poi ad un ricevimento – festa a data da destinarsi (che andrebbe fatta prima o poi senza cadere nel dimenticatoio).

SE IL MATRIMONIO NON ERA STATO ANCORA ANNUNCIATO

Se il matrimonio era nell’aria ma il lockdown ha bloccato oltre che la vita normale anche gli annunci – inviti, e verrà celebrato comunque in forma privata, va comunicato.
Se sarete certi poi di organizzare una festa con tutte le persone che avreste voluto, sarebbe carino mandare l’annuncio e l’invito alla festa in data e luogo da destinarsi non appena si potrà fare.

IL MATRIMONIO IN FORMA PRIVATA

L’organizzazione sia che sia per poche persone che per tante è più o meno la medesima.
Esattamente come l’emozione.
Non offendiamoci se qualcuno vuole stare ancora a distanza, ognuno ha il suo modo di affrontare questo periodo e non va giudicato, esattamente come voi che avete scelto comunque di sposarvi.
Cerchiamo di mettere al tavolo solo persone che si conoscono e magari si frequentano, così da agevolare la rilassatezza degli ospiti. Organizziamo tutto il più possibile all’aperto.

Avete altri suggerimenti?

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *