IL TEMPO DOPO I TRENTA

Per la serie “oltre il danno la beffa”,
superi i trent’anni e capisci
che la sindrome della casalinga di Voghera arriva con la prima ruga.
Quella che tua mamma, per non farti agitare, definisce “di espressione”.

 

rughe-trentenni-trenta-compleanno-tempo-assenza-non-si-dice-piacere-bon-ton-buone-maniere
Audrey Hepburn

 

Che la tua lista dei desideri raddoppia:
a fianco dello stiletto 12,
del secchiello  all’ultimo grido,
di un viaggio,

 

scarpe-deisderio-trentenni-trenta-compleanno-tempo-assenza-non-si-dice-piacere-bon-ton-buone-maniere
www.weheartit.com

 

compaiono magicamente le nuove ultra boost (perché prima si correva solo dietro ai ragazzi),
oggetti vari per la casa,
delle nuove lenzuola di percalle (che non sembra più una parolaccia)
e una giornata di trentasei ore.

 

il -diavolo-veste-prada-rughe-trentenni-trenta-compleanno-tempo-assenza-non-si-dice-piacere-bon-ton-buone-maniere
Il diavolo veste prada, 2006

 

Perché dopo i trenta sei consapevole che la cosa più preziosa da donare,
oltre all’anello di fidanzamento che faticosamente stenta ad arrivare,
è il tempo.

 

friends-spose-bride-rughe-trentenni-trenta-compleanno-tempo-assenza-non-si-dice-piacere-bon-ton-buone-maniere
Friends

 

Tempo per gli abbracci,
per dormire,
per gli amici e per un banale giro per negozi.

 

amici - rughe-trentenni-trenta-compleanno-tempo-assenza-non-si-dice-piacere-bon-ton-buone-maniere
www.weheartit.com

 

Lo stesso tempo che al liceo o all’università avevi a tonnellate.
Tempo per annoiarti.
Tempo per una agenda senza incastri.
Senza clic sul pomodoro,
battesimi, commercialisti e matrimoni.

 

libro-relax-rughe-trentenni-trenta-compleanno-tempo-assenza-non-si-dice-piacere-bon-ton-buone-maniere
www.weheartit.com

 

Ma forse è proprio la consapevolezza di tutto ciò che
rende il tutto più divertente  e bello
e che ci fa dire “se i 40 sono i nuovi 30, io allora ne ho veramente 20”.

 

gemelle-olsen-rughe-trentenni-trenta-compleanno-tempo-assenza-non-si-dice-piacere-bon-ton-buone-maniere

 

 

Cosa ne pensate?

7 comments

  1. Proprio oggi parlavo della mia età.. sono arrivata ai 33..sembravano così lontani.. anni fa,
    è vero, volevo che il tempo corresse veloce, oggi vorrei che un pò rallentasse!
    lalu_ lstinzi.blogspot.it
    Se ti va, passa!

  2. Che a far bella una donna è la personalità. Beata chi ne ha.
    Che anche sotto le grinze che il tempo ci regala ci siamo noi.
    Ognuna con i suoi sogni e i suoi desideri, i suoi impegni e le sue scelte.
    L’importante è che l’età biologica non abbruttisca il pensiero. Se pensi positivo…
    Dai, prendiamoci gioco del tempo!

  3. Che descrizione catastrofica!
    Io a 30 anni sono più fuga di prima, non ho più tempo ma lo gestisco meglio, ho sempre i capelli fatti (ho imparato ad impormi di essere ordinata…in tutti i sensi) e ho anche più soldi… I magnifici venti erano tanti sogni ma poche risorse per realizzarli, ora ho pareggiato.
    Credo che i quaranta non possano che essere meglio!
    E chi parla di rughe a 30 anni!? non prendiamocela con l’età: è la genetica sfigata…

Rispondi a Maurizia Annulla risposta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *