TARTAN COME SE PIOVESSE

Quest’anno il “count down” verso il Natale inizia con il primo freddo.
 
vogue.it
In coincidenza con la prima volta in cui si indosseremo quello che per quest’inverno è sicuramente il “tessuto” di stagione: il tartan.
E la modalità “jingle bells ON” è subito attivata. 

 
google images
Inutile dirvi, visto che sono affetta dal morbo natalizio, che tutto questo trionfo di scozzesi non mi dispiace affatto.
In tutte le sue varianti di righe e colori. 

vogue.it
 
 
Basta scegliere il “clan” scozzese che più ci piace e il gioco è fatto.
Ironia a parte, la storia di questo tessuto è molto antica e nasce negli Highland, dove il tessuto veniva filato con la lana per realizzare il kilt (gonnellino maschile). 

 
tartanscot.blogspot.it
Ogni colore e ogni riga erano studiate e posizionate secondo criteri precisi di identificazione,
e differenziazione rispetto ad altri “clan”. 

 
Sex and the City
Per dare, come sempre, i numeri:  nel libro Wilson’s key pattern book del  1819 erano già stati raccolti 250 tartan differenti,
oggi ne sono registrati 4.000 anche se i tipi in commercio si aggirano tra i 600 e i 700.
Kate Middleton
Non c’è dubbio che non manchi la scelta.
Una sola avvertenza: la moderazione. 

 
Moschino
 
Zara
 
Yves Saint Laurent
 
Charles Philip Shangai
 
 
A meno che non vogliate essere scelta come mascotte per il Natale 2013.
Cosa ne pensate?
 
Gossip Girl
 
 
 
Latest Comments
  1. Teresa d. - moda anter

Post A Comment

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *