SIFNOS

Il vero “lusso” è quello della libertà.
Nessuna costrizione. Niente sfilate di moda, niente tacco 12, cravatte, niente telefono (questa libertà dovremmo imporcela anche a casa, perdonatemi i giochi di parole). Liberi da sveglie, rumori, spiaggia affollate, barche e gommoni che brulicano ovunque.

 

Tanto silenzio, spiagge “spartane” (ma con lettini e ombrelloni per chi li ama) e buone letture.

 

Tutto ciò mi ha fatto innamorare di un isola non ancora “chiassosa” per il turismo. Casette bianche e blu, spiagge poco affollate, piatti genuini e posti eleganti,  perché semplici e curati. 

 

Dopo aver percorso in lungo e in largo, magari in motorino o “quod”, l’isola, non ci si stupisce piu’ per la ricca presenza di chiesette (circa 50): il mare, la storia (i primi insediamenti risalgono al 1.000 a.C.) e la natura incontaminata di questo posto riescono a far emergere anche la spiritualità più latente.

 

Nel capoluogo dell’isola, Apollonia, ci si può sbizzarrire tra locali e negozietti, e non solo di ceramiche, prodotto tipico del luogo.
Un negozio da non perdere, è sicuramente Colores: abiti “made in greece”, un negozio gestito da raffinate ed eccentriche, allo stesso tempo, francesi follemente innamorate del luogo.
Ovviamente ho ceduto alla tentazione…
Latest Comments
  1. Anonymous
  2. Anonymous
  3. Anonymous

Post A Comment

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *