SCARAMANZIE, MAYA E GRAZIA.IT

Difficile avere un metodo scientifico che attesti quanto e come le scaramanzie e le superstizioni abbiano un fondamento.
 
google images
 
Per la serie “lo scopriremo solo vivendo”, soprattutto se in gioco c’è una profezia millenaria come quella dei Maya. 

 
 
Michael Jackson
 
Il 23 dicembre ci divideremo, infatti, tra il gruppo dei “io l’avevo detto che era una cretinata” e chi “ecco, il mondo non è finito e io non ho fatto neanche un regalo”. 

 
stellaholiday.blogspot.com
 
Credere a superstizioni o, peggio ancora, additare qualcuno con l’appellativo “porta sfiga” non è solo un atteggiamento da insicuri,  ma anche da persone poco gradevoli.  Le buone maniere sono niente più che il rispetto per gli altri: ghettizzare qualcuno non è mai elegante. 

 
Calendario Campari 2013, Penelope Cruz e i Gatti Neri
 
La “fortuna” e il “destino” sono due concetti diversi, le nostre azioni determinano il nostro futuro, salvo cause di forza maggiore, come nel caso delle visioni apocalittiche dei Maya. 

 
Il secondo tragico Fantozzi, 1976
Possiamo fare ben poco, magari rassegnarci e perché no, fare shopping il 21 di dicembre come se non ci fosse un domani. 

 
google images
 
 
 
Fatte queste premesse, mi metto in gioco calandomi nel ruolo di “artefice del mio destino” e provo a partecipare ad  un concorso in  stile 2.0 autocandidando “Non si dice piacere” a nuovo blog di Grazia.it 



 
 
 
Perché autocandidarCi? 

Perché le buone maniere sono importanti, soprattutto se reinterpretate in chiave moderna.
Perché a 15 anni sfogliavo i  Grazia di mia mamma, e ora il “.it” lo trovo “su misura” per me: per scoprire tendenze, luoghi e curiosità
Per non sentirmi grigia per tutto il giorno in ufficio e farmi colorare dalle cose belle.
Perché un punto di vista ironico ma formale a mio avviso ci starebbe su Grazia.it 


Perché IT.NEWS , IT.LIFESTYLE  e IT.BLOGS creano dipendenza. 


A questo punto ho fatto tutto ciò che era in mio potere fare. 
Alla facciaccia dei Maya e della Fortuna. 

 

Sta a voi giudicare e decretare la mia vittoria o la mia dipartita dando o meno la vostra preferenza a “Non si dice piacere” cliccando il cuoricino rosso! 



VOTAMI CLICCANDO QUI



POTETE (DOVETE) VOTARE TUTTI I GIORNI!!!




Perché i sogni son desideri e sotto Natale si possono avverare #jinglebells 




p.s.

 

Inutile dirvi che i voti di nonni, zii, prozie centenarie, vicini di casa, spasimanti, colleghi amati, colleghi odiati, vicini di treno, camerieri nel bar dove prendiamo il caffè, compagni di banco e di merende, persone che rubano la doccia in palestra facendo gli “gnorri” passandoci davanti, gente di ogni nazionalità, vecchi amori da ricontattare con questa scusa… sono tutti ben accetti! 

Latest Comments
  1. Eva
  2. Bri
  3. ely
  4. Anonymous
  5. Anonymous
  6. Anonymous
  7. emy
  8. S
  9. Anonymous
  10. Anonymous
  11. Anonymous

Post A Comment

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *