SALVE!

Premessa:

La vera maleducazione e’ non salutare le persone: quando le si incontra, quando si finge di non riconoscerle, quando si entra in un luogo.
Evitiamo anche le scene patetiche di quando, colti in fragrante perche’ non abbiamo salutato, ci ripresentiamo a persone con cui magari abbiamo condiviso un pranzo a casa di amici.
Charlie Brown

Nella sfera “formale”, esistono vari saluti. Meglio sempre il classico “buongiorno” e “buonasera”.

german-business-etiquette.com

“Salve!” lasciamolo ai latini. E’ colloquiale (una via di mezzo fra formale e informale)  e “non si dice”. Perche’?

Nell’antica Roma era abbinato al “vale” (vale atque salve “addio e stai bene”) era il saluto dato ai morti.

Oltre a questa valenza “nefasta”, il connotato generico che ha assunto nella lingua italiana (sostituisce indistintamente “ciao”, “buongiorno”, “arrivederci”) può essere avvertito come un modo approssimativo e poco coinvolgente di salutare e per questo “poco a modo”.

Saluto Rei (Judo)

 

 
Latest Comments
  1. Anonymous
  2. Anonymous
  3. Anonymous
  4. Anonymous
  5. Giacomo

Post A Comment

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *