QUANDO IL “DRESS CODE” DIVENTA MACHIAVELLICO (CRONACA DI UNA BLOGGER ALLE PRIME ARMI)

Succede che a volte arrivano inviti inaspettati.
Quelli in cui “sotto sotto” ci speravi ma senza  false aspettative.
 
marieclaireidees.com
 
E,dulcis in fundo, stemperato dall’entusiasmo di essere stata invitata, il dress code di primo acchito, sembra IMPOSSIBILE. 

 
 
 
 
Nemico numero uno di chi non sa leggerlo (clicca qui per decodificarlo), fastidioso per i più classici, motivo di gongolamento per i più fantasiosi e spiritosi. 

 
 
piccsy.com
 
Se c’è la moda di mezzo, è inevitabile che la mise da scegliere inneschi in noi un meccanismo “sbattimento-ansia-panico-ricerca-studiopuntigliosocollezioni”.

 

 
 
Diffidare da chi non ammette questo turbamento: mente sapendo di mentire. 

 
google images
 
 
Ma  arriviamo al dunque, ovvero allo spunto  per  questo post: il tanto atteso e amato party per blogger pre-Pitti di Luisa Via Roma. 

 
Nonsidicepiacere Instagram
 
 
 
Sarebbe stato troppo facile replicare un tema come il “PinkParty” di Gennaio per il mio “debutto” da “blogger selezionata”.  La mia prima “apparizione” ha dovuto, invece, confrontarsi con il machiavellico e sfizioso tema “Fashion Super Heroes” (da leggere anche come clamoroso esempio della tanto famigerata “Legge di Murphy”). 

 
 
Nonsidicepiacere Instagram
 
 
Posto che la tutina da super eroe non si addice molto al mio fisico non propriamente da modella di Vogue, e che ai fumetti/super eroi ho sempre di gran lunga preferito “Sex and the City”,  la scelta non è stata delle più immediate. 

 
google images
 
Riunite in conclave le menti più sofisticate e acute di moda tra le mie amiche, si è arrivate alla conclusione che: “dress code si, ma senza diventare fenomeni da baraccone. Magari pure imbruttendosi”. 

 
 
google images
 
Ecco come mi sono vestita, cercando di valorizzarmi ed essere coerente con il mio stile:


 
Forse non sarò stata immediatamente collegata ad  un super eroe, ma, in fondo, è sempre bello averne di nuovi.
 
 
 
 
 
 
 
 
 
Voi su cosa avreste puntato?
P.S. 
 
Sorvolo, in quanto  l’acidità non è mai sinonimo di eleganza,  sul fatto che molti invitati, anche tra le blogger più blasonate, hanno completamente ignorato il “diktat” segnato  sull’invito.
 
 
fellt.com
 
 
Quando si è ospiti non si deve andare “contro” i desideri del “padrone di casa”, anche perché un invito si può sempre declinare.
 
Nonsidicepiacere Instagram
 
 
 
E chi ospita deve mettere subito tutti a loro agio, magari offrendo loro una mascherina da Supereroe come ha fatto Luisa Via Roma.

 

35 comments

  1. per me è impossibile non leggere i tuoi post tutto d'un fiato li adoro e come sempre anche in questo la tua eleganza e saggezza si è fatta sentire 🙂 concordo a pieno sopratutto sull'ultimo punto 🙂 NON OFFENDERE MAI IL PADRONE DI CASA CON OUTFIT CHE VANNO CONTRO L'INVITO!

  2. No scusa???? Eri al party e non mi hai detto niente? O mio Dio! C'ero anche io, ci saremmo potuti conoscere finalmente!!! Vabbè dai come non detto ci vedremo al prossimo. Io ovviamente il dress code non l'ho rispettato, figurati, ho preso una camicia vintage bianca , pantaloni rossi e via. La mascherina all'ingresso è stata più che apprezzata.

    Ma oggi mica sei a Pitti vero?

  3. Quoto Alessandro, no scusa eri al party e non ci hai detto niente?
    Io non ricordo di averti vista in mezzo a tutta quella gente!
    Ad ogni modo, anche io ho optato per un outfit adatto al mio stile… non mi vedevo in veste di spiderman!

    Xoxo

    G.

  4. Ma che fugata!!! Io mi divertirei troppo a queste serate, non amo prendermi sul serio e voglio ridere di ogni cosa….il tuo post e' bellissimo e anche le foto che hai fatto, complimenti cara!

  5. bisogna dire che il problema era in partenza: sai che gli invitati sono per la maggior parte blogger menose e snob che pensano solo ad apparire – e le foto staranno nella rete per un bel po' – scegli un tema che sia originale ma che non metta in imbarazzo gli invitati!

    bella la tua interpretazione però!

  6. proprio prima di leggere il tuo appunto stavo per scriverti che tu ti sei fatta tanti problemi e poi le altre non sembravano aver per niente rispettato il code! Io avrei optato per qualcosa alla catwoman forse xkè magari più facile da ricreare, non so, ma la tua interpretazione mi è piaciuta:)

  7. Mi chiedo sempre come fai ad avere un guardaroba cosi ricco e raffinato, soprattutto nel "reparo" vintage: stupendo! Anche perhe' richiama ricordi della mia gioventu', quando per vestirsi si andava dalla sarta, due o tre prove, a seconda del modello. Complimenti!!!
    Una fan di mezza eta'

  8. Incredibile come tu sia riuscita ad interpretare il tema della serata e a reinventarti…Questo si che vuol dire essere super eroi!

    Outfit azzeccatissimo!

  9. No matter if some one searchеs for hіs еssential thing,
    sο he/shе wisheѕ tο be aνailable that іn dеtail, theгеfοre that thіng is maintained
    over here.

    Have a look at my site bucket truck

  10. After exρloring a feω of the blog ρosts on уour web site, I reallу apρreciate youг technіque of writing a
    blοg. I bоoκ-markeԁ it to mу bοokmark webpage list аnd will be checking back soοn.
    Take a look at my webѕite as well аnd let me know ωhat you think.

    Also visit my web sіte – bucket truck
    My web

  11. I lovеԁ as much as you'll receive carried out right here. The sketch is attractive, your authored material stylish. nonetheless, you command get got an nervousness over that you wish be delivering the following. unwell unquestionably come further formerly again as exactly the same nearly a lot often inside case you shield this increase.

    Feel free to surf to my site Rispondi

  12. Write more, thats all I have to say. Literally, it seems as though you
    relied on the video to make your point. You obviously know what
    youre talking about, why throw away your intelligence on just
    posting videos to your weblog when you could be giving us something enlightening to read?

    Also visit my website –

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

segui @nonsidicepiacere su instagram

  • Fra le cose che mi affascinano di più della montagna sono le cosiddette “stube”.
Quei luoghi che sanno di casa. Di storie. Di buoni libri. Di chiacchiere serali con tanto di plaid sulle ginocchia sorseggiando una tisana magari “corretta”. Luoghi dove il tempo sembra fermarsi tanto da risultare sempre attuali e super trendy. Come questa di @sporthotelpanorama . Lo ammetto: sono già pronta per l’autunno (ma non per il cambio armadi eh) #nonsidicedesign
  • Il cucuzzolo della montagna e la sua capacità di farti staccare. Di non pensare a tutte quelle cose a cui dovresti (e anche non dovresti) badare.Priorità uno è sempre una sola: godersi uno spazio rigenerativo. Il silenzio. Il profumo della montagna d'estate (che chi non c'è mai andato non può capire). La gioia di vedere le muuuu, coco’ e i bau. Perché il week end dura sempre così poco? ⛰🦁
  • La felicità non è un panino e un bicchiere  di vino caro Al Bano (anche se un pochino hai ragione pure tu) ma è un sabato di settembre in montagna. Per rinfrescare la sensazione vacanziera sulla pelle e nella mente. Per rilassarsi grazie alla cosiddetta “green therapy” e per scoprire nuovi posti ⛰🚡🌲 #nonsidicedolomiti
  • Pronti, partenza, week end [succede solo a me che già solo scendendo dalla macchina, facendo il primo respiro profondo ad alta quota, mi sento già meglio?] #nonsidicedolomiti #festivalorme #sporthotelpanorama
  • Amo l’estate. Vorrei che durasse per sempre ma mai come quest’anno mi sono accorta che non è vero. Mento, non sapendo di mentire. Il caldo del ultime settimane me lo ha infatti dimostrato: dico che vorrei che l’estate “potesse non finire mai” ma invece, appena arriva settembre, io non aspetto altro che tirare fuori la copertina, comprare fiori autunnali e dedicarmi al “ricominciare” (ovviamente con tanto di sbuffi e lamentele annesse altrimenti che gusto c’è) la mia routine pigra della nuova stagione 🍁🍂🍁
  • Ecco cosa vorrei.
Non perdere mai la capacità di meravigliarmi. 
Per le cose belle. 
Per la semplicità che fa sempre e comunque rima con felicità. 
Per qualcosa di nuovo e per la serenità che solo quelle cose e quelle persone che sanno di casa sanno darti. 
Per le idee tanto assurde quanto geniali. Per i sorrisi di mio figlio. Per il messaggio della buona notte. 
Per il piacere di un sabato sera a casa e per quei luoghi stupendi che Milano tiene nascosti, ma che ogni tanto ti fa scoprire. All’improvviso. Come un giardino segreto nel cuore della città #MilanoTiAmo