NEVE IN CITTA’

Se non ce ne fossimo accorti, nevica: almeno la metà dell’Italia è stata coperta da un manto candido di neve.

google images
Amici e colleghi di persona o attraverso Facebook e/o Twitter, non perdono occasione per ricordarci che nevica. Come se questo, fosse una sorta di rituale in grado di non spezzare la “magia”.
Alana Zimmer

 

La neve a febbraio, sembra una notizia straordinaria (!!) forse perchè è in grado di “farci pensare ad altro”.
google images


Queste condizioni meteo “insolite” in città, stimolano una creatività fervida e molto spiccata per la scelta dell’abbigliamento da sfoggiare in ufficio. 

google images

Ecco alcuni suggerimenti per evitare “scivoloni” in grado di farci “cadere” nel baratro profondo della mancanza di stile:

Sarah Jessica Parker



- Anche se certe giornate sono più impegnative di una pista nera per un pricipiante, non stiamo andando a sciare. Al bando, quindi,  l’abbigliamento da sci (per esempio giacca tecnica, cappelli improbabili anche se sfoggiati in seggiovia)

Totò, Peppino e la Malafemmina, 1956

 



- “Udite!Udite!”: meglio evitare qualsiasi pelliccia, sia finta che non. La neve le rovina e macchia: non perdona
Anna Wintour

 

- Per lo stesso motivo del punto precedente meglio non indossare gli stivali “UGG” (clicca qui per il post UGG o NON UGG?) anche se apparentemente sembrano perfetti per la neve. Si possono sfoggiare, tuttavia, a bufera terminata.
google images



- Fondamentale risulta il cambio scarpa, mossa valida sia per i fanciulli che per le fanciulle. Inguardabili sono negli uffici, infatti, abiti e completi da lavoro abbinati a “Moon Boots”, scarponcini o stivali in gomma. L’operazione richiede un piccolossimo sforzo: portarsi un paio di scarpe di ricambio, che saranno indossate appena varcata la soglia del nostro ufficio. 

Gossip Girl

 

- Gli alleati fedeli e saldi di queste giornate sono due: “Ombrello” e “Guanti“. Da sfoggiare in contemporanea (pena rischio di assiderazione e/o principio di congelamento)



google images

 

- Fa freddo (ma lo faceva anche un mese fa); questa constatazione, tuttavia, non ci autorizza a sfoggiare assurdi maglioni di lana o camicie che anche per un tirolese sono andati in disuso

Steve Urkel, Otto sotto un tetto




- Il pile è meglio sempre sfoggiarlo in montagna, mai in una sala riunioni

style.it
Buon fine settimana a tutti.
Per fortuna (?!?) oggi è già “casual friday”  (ma gli anglosassoni sono abituati alla neve, non come noi).

 P.s. Voi come avete affrontato la neve? 
Avete qualche caso “creativo” che vi ha particolarmente colpito?

Follow Non si dice piacere - La moda passa, lo stile resta

Latest Comments
  1. NAYRA LAISE
  2. Anonymous
  3. Anonymous
  4. Eva
  5. Anonymous

Rispondi a Eva Annulla risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *