NEVE IN CITTA’

Se non ce ne fossimo accorti, nevica: almeno la metà dell’Italia è stata coperta da un manto candido di neve.

google images
Amici e colleghi di persona o attraverso Facebook e/o Twitter, non perdono occasione per ricordarci che nevica. Come se questo, fosse una sorta di rituale in grado di non spezzare la “magia”.
Alana Zimmer

 

La neve a febbraio, sembra una notizia straordinaria (!!) forse perchè è in grado di “farci pensare ad altro”.
google images


Queste condizioni meteo “insolite” in città, stimolano una creatività fervida e molto spiccata per la scelta dell’abbigliamento da sfoggiare in ufficio. 

google images

Ecco alcuni suggerimenti per evitare “scivoloni” in grado di farci “cadere” nel baratro profondo della mancanza di stile:

Sarah Jessica Parker



– Anche se certe giornate sono più impegnative di una pista nera per un pricipiante, non stiamo andando a sciare. Al bando, quindi,  l’abbigliamento da sci (per esempio giacca tecnica, cappelli improbabili anche se sfoggiati in seggiovia)

Totò, Peppino e la Malafemmina, 1956

 



– “Udite!Udite!”: meglio evitare qualsiasi pelliccia, sia finta che non. La neve le rovina e macchia: non perdona
Anna Wintour

 

– Per lo stesso motivo del punto precedente meglio non indossare gli stivali “UGG” (clicca qui per il post UGG o NON UGG?) anche se apparentemente sembrano perfetti per la neve. Si possono sfoggiare, tuttavia, a bufera terminata.
google images



– Fondamentale risulta il cambio scarpa, mossa valida sia per i fanciulli che per le fanciulle. Inguardabili sono negli uffici, infatti, abiti e completi da lavoro abbinati a “Moon Boots”, scarponcini o stivali in gomma. L’operazione richiede un piccolossimo sforzo: portarsi un paio di scarpe di ricambio, che saranno indossate appena varcata la soglia del nostro ufficio. 

Gossip Girl

 

– Gli alleati fedeli e saldi di queste giornate sono due: “Ombrello” e “Guanti“. Da sfoggiare in contemporanea (pena rischio di assiderazione e/o principio di congelamento)



google images

 

– Fa freddo (ma lo faceva anche un mese fa); questa constatazione, tuttavia, non ci autorizza a sfoggiare assurdi maglioni di lana o camicie che anche per un tirolese sono andati in disuso

Steve Urkel, Otto sotto un tetto




– Il pile è meglio sempre sfoggiarlo in montagna, mai in una sala riunioni

style.it
Buon fine settimana a tutti.
Per fortuna (?!?) oggi è già “casual friday”  (ma gli anglosassoni sono abituati alla neve, non come noi).

 P.s. Voi come avete affrontato la neve? 
Avete qualche caso “creativo” che vi ha particolarmente colpito?

Follow Non si dice piacere - La moda passa, lo stile resta

45 comments

  1. Carrie in pigiama e pelliccia sotto la neve è indimenticabile!
    Ormai nevica da parecchi giorni e non accenna a smettere haimè… Io sono praticamete bloccata in casa, quei 50 cm che ha buttato giù domenica scorsa hanno limitato di molto i miei movimenti…
    Concordo su tutti i punti che hai elencato.
    Se i moonboots sono una scelta obbligata quando si deve uscire, se non altro per

  2. la collega ha sfoggiato un maglione o-r-r-i-d-o, tutto infeltrito e con due renne in stile bimbo, non si poteva vedere.
    io, con la scusa che viaggio in macchina, me la sono cavata con dei semplici stivali bassi

  3. A proposito di cambio-scarpe, lo raccomando vivamente, soprattutto per evitare l'effetto "alone biancastro" che appare sulle punte delle scarpe quando si asciugano…..Orrendo!
    Una fan di mezza eta'

  4. Sono nata e cresciuta in montagna,e la neve è una mia amica , ed ora quando nevica in città per me è una festa ( nonostanti i riconosciuti disagi).

    Mi diverte molto vedere come si conciano le persone in queste situazioni , penso che forse ci divertiamo e torniamo un po' bambini…e dell'abbigliamento…..
    chissenefrega !!

    ave

  5. Utilissimi consigli ma… qui a Roma siamo letteralmente impazziti!!! L'ultima nevicata risaliva all'85, e così tanta neve non scendeva addirittura dagli anni 50!! Quindi in strada ci sono milioni di cappelli improbabili, doposci e tute anni 70!! E sai che c'è.. che in un'occasione così bella come quella di vedere Roma imbiancata, va bene così!!! 😉

  6. Se c'e' una cosa che aborro, quando nevica, sia in montagna ma soprattutto in citta', sono gli orripilanti dopo-sci pelosi tipo scimmia!!!Ne ho visti anche stamattina, anche se a Milano non nevica piu'……
    Lucia

  7. Da me 'purtroppo' zero neve finora! In compenso complice il freddo si vedono tanti di quegli orrori di stile che metà basterebbero!! Hai fatto bene a fare questo post e precisare un paio di cosette!! Ce n'era bisogno!!

  8. Ho riletto questo post, e l'ho trovato ancor più divertente della prima volta, anche considerato ciò che ho visto in questi giorni, sia per strada che sul web!
    E poi la foto di Anna Wintour beccata in un look sbagliato, da sola vale un premio Pulitzer!
    😉

  9. Mi sono letta tutto il tuo blog e l'ho trovato gradevole e leggero; una ventata di primavera in questi giorni da Inuit.
    Sono rimasta davvero colpita dai tuoi vestiti, uno più ricercato dell'altro, e dai tuoi accessori. Peccato tu non gli dia più spazio, anche se mi rendo conto che l'idea drammatica del tuo spazio è un'altra.

  10. Bellissimo post, come al solito!
    Io ho pochi accorgimenti che adotto in caso di neve: -stivaletti che evitino l'entrata di acqua all'interno della scarpa
    – cappellino per non bagnare i capelli evitando un malanno
    -guanti per non far atrofizzare le dita

    Adoro i giorni di neve.
    Inoltre quando nevica fa molto più caldo dei giorni invernali senza nemmeno una

  11. Assolutamente fondamentali i guanti se non si vuole investire n.1 stipendio in una crema riparatrice…io mi sforzo ma quando nevica temo di assomigliare l''omino Michelin…;)

  12. Grazie a tutti per i numerosi commenti!! Sono un raggio di sole in queste gelide giornate.
    Ovviamente questo spazio è volutamente frivolo, anche se il pensiero va sempre e comunque alle persone che soffrono e che son morte per queste circostanze climatiche.

    Ecco alcune risposte:

    @ Francesca R : grandissima e perfetta!

    @ Torquemood: grazie davvero per il tuo

  13. che bello il tuo modo di scrivere…ironico al punto giusto, vivace e spiritoso!
    ma io ti devo seguire subitissimooooo
    passa da me mi raccomandooooo ne sarei felicissima!

    Beatrice

  14. è vero tutti ne parlano e tutti mettono foto l'ho fatto anche io (ma perchè a Roma non nevica da 30 anni)! io ho visto gente vestita o meglio conciata davvero in modo strano, sotto casa mia c'era un signore che aveva messo addirittura gli sci per andare al supermercato… ma questo è perchè noi romani non siamo abituati!

    http://rueoh.blogspot.com/

  15. Qualche fiocco ha volteggiato anche a Cava dè Tirreni. Tutti abbiamo tirato fuori cappelli e guanti. Io la mia fascia di pelliccia che non posso credere si macchia con la neve. Ma davvero?
    Teresa d.

Rispondi a Solidea Annulla risposta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *