NATALE CON I TUOI

I parenti, non sono come gli amici, non si scelgono, ci vengono assegnati fin da principio “d’ufficio”. I giorni natalizi, sono caratterizzati dai nostri affetti, ma anche da personaggi che talvolta possono risultare, a nostro gusto, discutibili.

 

E’ Natale, siamo tutto più buoni, quindi armiamoci di un grande sorriso ed entusiasmo. Le tradizioni non vanno fuori moda ed è decisamente di buon gusto rispettarle e, perché no, amarle.
google images

 

Per sopravvivere alle festività, meglio non dimenticare di:
- Ricordarsi le intolleranze (sgradevole richiederle tutti gli anni, annotiamole!) dei parenti, prima di preparare il menù
google images
- Informarsi sempre con i genitori dei bimbi, se credono in Babbo Natale o in Gesù Bambino ma, soprattutto, evitiamo domande “marzulliane” sulla loro esistenza (se non ci credete, oltretutto, non troverete mai sotto l’albero, l’ I PAD che desiderate)
Miracolo nella 34esima strada, 1994
- Non inventarsi scuse senza fondamento per evitare che la prozia porti il suo “tradizionale” polpettone natalizio che non piace a nessuno, nemmeno al gatto.

La famiglia di Calimero
- Rendersi sempre disponibile a portare qualcosa preparato da noi (che non esclude il regalo, almeno per la padrona di casa) è un giorno di festa per tutti. Non è solo un gesto educato, ma coglie in pieno lo spirito del Natale.
google images
- “Fai come fossi a casa tua” è da interpretare né come una frase di circostanza ma nemmeno in senso lato: le nostre abitudini bizzarre è sempre meglio che non fuoriescano dalle NOSTRE mura domestiche
Il diario di Bridget Jones 2001
- Scrivere un biglietto natalizio ad amici anglosassoni, che come tradizione vuole, amano esibire in casa i cartoncini arrivati
google images

 

- Non dimenticare mai il vero spirito natalizio, che non è dato tanto dai regalo, dagli addobbi o dal profumo di cannella, ma da una festa importante religiosa, che mira alla pace e alla felicità di tutti
A Christmas Carol, 2010
- Anche se siamo a casa, servirsi sempre con moderazione.
Madagascar, 2005
- Telefonare (i sms standard non valgono) a parenti lontani, che magari aspettano la telefonata e ne gioiscano (l’altruismo è fondamentale sempre, a Natale più che mai)
Vacanze di Natale a Cortina, 2011
- Evitare rumori molesti (anche se sono in grado di creare disibilio e aumentare la nostra popolarità con i più piccoli)
The Simpson

 

Vi viene in mente qualche aneddoto natalizio?
Latest Comments
  1. Anonymous
  2. Anonymous
  3. Eva
  4. Anonymous

Post A Comment

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *