METTILA UNA COLLANA QUANDO TI CAPITA

Se aspettavamo  un anno buono per sfogare la nostra voglia di esagerazione in fatto di gioielli, il 2013 fa al caso nostro.

The Queen, Elizabeth II

 

In fatto di bigiotteria (a meno che non siate The Queen o la reincarnazione di Liz Taylor),
quest’anno vige il concetto opposto al sacrosanto “less is more”
(frase che dovrebbe essere scolpita  in ogni camerino del pianeta, quelli di Zara compresi).


Titanic, 1997

 

Al grido “ricopritemi di cose luccicanti e appariscenti” individuate UN  gioiello che più vi si addice e impreziosite il vostro look.
T – shirt bianca  in versione James Dean al femminile compresa.
Collane,
Maxi Orecchini,
Bracciali,
Anelli.
Sbizzarritevi e giocate come si faceva da bambine con i gioielli della mamma. 


garancedore.fr



Nine D’Urso
da “La Parigina, guida allo Chic”
di Inès de la Fressange”

 

Ricordatevi, tuttavia, di non cadere nel tranello  “gazza ladra” mettendovi tutti i vostri gioielli addosso:
l’effetto “Madonna del petrolio” è sgradevole anche su Moira Orfei. 

photo by Tim Walker for Vogue

 

Voi avete già iniziato a luccicare di luce riflessa?

 

 

La sobrietà di certi acquisti

18 comments

  1. come giustamente scrivi , se non siete Liz Taylor o the Queen …appunto

    da un po' di tempo provo una insana tentazione di strappare gli orecchini lampadario dai lobi arrossati e allungati degni di popolazione indigene africane, che da qualche tempo illuminano la nostra estate !
    non parliamo poi di collane , e bracciali …..il fatto che vengano chiamati "

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *