LE MANCE

Parlare di soldi non è mai elegante.

Zio Paperone
Esistono, tuttavia, temi che devono essere trattati per dare risposte precise e sicure a domande ostiche.
Come e quando bisogna dare la mancia?
La “mancia” andrebbe data ogni qualvolta ci sentiamo soddisfatti di un servizio ricevuto, ovvero a quelle persone che hanno l’ingrato compito di “aiutarci”. Evitiamo regali riciclati, auto convincendoci che l’autista ha proprio bisogno di quel dopobarba, piuttosto che quella borsa appariscente è il desiderio della fanciulla che ci aiuta in casa. Il denaro è, di gran lunga, sempre più apprezzato. 
I love shopping, 2009
Qualsiasi sia la forma prescelta, una cosa è certa: la “discrezione” è tutto.
Sono gesti da non ostentare e da non rendere “plateali”. Far vedere e notare a tutti che abbiamo lasciato una lauta mancia, non farà di noi un “signore”, ma un “cafone”.
Vacanze di Natale’83
Quindi “NO” a:
– Soldi dati direttamente in mano (magari con tanto di occhiolino strizzato);
 
– Chiedere resto della mancia;
 
 
The Christmas Carol, 2009
 
– Qualsiasi situazione o frase che possa mettere in imbarazzo e/o disagio il diretto interessato (“comprati un sciocchezza”, “porta fuori la ragazza” …. (!!!) );
 
– Sottolineare il proprio gesto, cercando ringraziamenti/inchini/atti di devozione da parte di chi la riceve. Lasciare la mancia dev’essere un gesto rapido e generoso;
 
Mr. Burns
 
– Svuotarsi le tasche dalle monetine, magari unicamente quelle di “rame”. La mancia è un segno della nostra soddisfazione per il servizio ricevuto: pochi “spicci” sarebbero segno di disprezzo. Talvolta si fa più bella figura a non lasciare nulla (…);
 
– Dare le vecchie 500 lire fingendo che siano due euro.
gear patrol, 2009
Al ristorante è  buona norma lasciare il 5 o 10% del conto, al cameriere (ricordatevi di portare sempre via lo scontrino!!). Mentre al portiere, al tassista, al parrucchiere per gli aiutanti, al personale dell’albergoo della casa in cui siamo ospiti per alcuni giorni dovete rimettervi al vostro “buon cuore/senso”.
vanityfair.it
Ovviamente, viaggiando, dobbiamo documentarci bene sugli usi e costumi del posto: luoghi come gli Stati Uniti d’America, esigono la mancia perché è parte integrante dello stipendio del cameriere. Mentre, in Giappone è considerato un insulto.
slate.com
Può succedere che la mancia negata sia al contrario un segno per sottolineare la trascuratezza e l’inadeguatezza del servizio ricevuto: scortesia del personale, lunghe attese, prenotazioni errate e così via, non devono passare inosservate. E’, infatti, sempre più elegante non lasciare la mancia che improvvisare una scena teatrale ad alto tasso di polemica.
smokestyle.org
Voi come vi relazionate con l’ostico tema della “mancia”?
Qualche aneddoto da raccontare?
 
 

27 comments

  1. Di solito cerco di lasciare la mancia, ma le persone che escono con me sono piuttosto contrarie. Forse per tirchieria o per ineducazione.

    Baci

  2. Hai ragione quando dici che e' fondamentale documentarsi sugli usi del posto. In Messico per esempio sono molto apprezzati anche piccoli doni ( una cremina, un rossetto o dei dolci) da accompagnare alla mancia vera e propria con un biglietto di ringraziamento. Da noi sarebbe eccessivo ma li' e' cortesia: )
    Sei sempre mitica!
    Marian

  3. Io ho sempre problemi con la mancia non so mai se lasciarla o no e quanto… non sapevo che in Giappone è considerata un insulto, in America invece è direttamente richiesta nel conto, mi ricordo che c'è proprio la voce "mancia" ed è tipo del 10% (almeno l'ultima volta che ci sono stata un po' di anni fa era così)!

  4. Io lascio sempre la mancia quando vado dal mio amico parrucchiere, per le sue aiutanti che fanno sempre un ottimo lavoro. Al momento del pagamento della cifra pattuita, arrotondo sempre per eccesso (es: da 38 € a 40) e la differenza va in mance per le ragazze del salone.

  5. Io non la lascio mai. Non e' tirchieria o maleducazione: i prezzi di bar e ristoranti sono talmente ladrocinosi (4,50 euro una birra media e 2 euro un calice di prosecco?!?!?) che ci mancherebbe solo che il servizio non fosse compreso.

  6. Parlo da barista e da cameriera spesso mi è stata lasciata (..per la maggior parte da gente straniera) gli italiani non usano molto farlo e cmq, paragonando il modo in cui danno la mancia: gli inglesi non ti fanno sentire mai a disagio forse perchè per loro è normale darla a differenza (parlo per esperienza personale) di alcuni italiani che capita anche che strillano ad una persona dall'altro

  7. in Italia lascerò mance a ristoranti e pizzerie SOLO quando e se sparirà l'orami assurda voce "coperto" dal conto!!!

  8. Credo che la mancia in Italia debba essere lasciata nel momento in cui abbiamo trovato un servizio ottimo o un cameriere davvero gentile. Non trovo giusto doverla lasciare per forza ( come spesso capita) in Italia non è parte dello stipendio come all'estero ma indice di gradimento!! e cmq sono sicura che se cominciassimo a far dipendere los tipendio di molti camerieri dalle mance saremmo

  9. Credo che la mancia in Italia debba essere lasciata nel momento in cui abbiamo trovato un servizio ottimo o un cameriere davvero gentile. Non trovo giusto doverla lasciare per forza ( come spesso capita) in Italia non è parte dello stipendio come all'estero ma indice di gradimento!! e cmq sono sicura che se cominciassimo a far dipendere los tipendio di molti camerieri dalle mance saremmo

  10. – Dare le vecchie 500 lire fingendo che siano due euro.

    Sul serio c'è qualcuno che lo fa? Non so se piangere o ridere!

    Personalmente non ho mai dato una mancia, più che altro perché temo che questo gesto possa essere interpretato come un atto di alterigia, inoltre non saprei quanto lasciare nel caso… Preferisco ringraziare a parole la persona in questione piuttosto che

  11. Mi hai fatto davvero ridere, con il filmato del "cumenda"!!!Cafoni non si nasce, lo si diventa….
    Un fan di mezza eta'

  12. Concordo pienamente con quello che hai scritto, punto dopo punto. Spesso discuto con il Cattivone perché, se devo manifestare il mio gradimento, odio che si lascino pochi spiccioli. Quest'estate lavorando nel suo ristorante con le mance mi sono comprata un trench Burberry, e le dividevamo in tre.
    La mancia è sacra.

  13. ehehe davvero un bel post! Come sempre interessante!! Riguardo alla questione mancia, ho sempre qualche dubbio riguardo alle usanze XD ma si solito la lascio quando ricevo un buon servizio! 🙂

  14. Giorni fa in un bar a Vienna, arriva il conto e il cameriere a voce alta specifica che ci vuole la mancia. Lo avevamo letto, ma ricevere la richesta in quel modo mi è sembrato scortese. In USA è parte dello stipendio per sollecitare a fare bene il lavoro, altrove non so ma mi da fastidio quando si pretende. Come hai detto tu, dovrebbe essere un gesto di riconoscenza per aver soddisfatto le

  15. all'estero come giustamente scrivi tu ci sono delle regole a cui è buona norma attenersi. In Italia , il buon senso . Qualche giorno fa ero a colazione fuori con mia figlia e proprio a questo proposito abbiamo fatto la considerazione che
    l'uso frequentissimo della carta di credito,e la richiesta di passare con la nota del cameriere direttamente alla cassa (nel ristoranti più

  16. La mancia: argomento che mi interessa moltissimo.
    Al ristorante/pizzeria arrotondo sempre il conto per eccesso (es. da 46 a 50 €) e lascio la differenza. Al bar non lascio mancia, a meno che vicino alla cassa ci siano i contenitori ad esempio per il rifugio del cane o similari, nei quali lascio qualche monetina.
    Direttamente mi imbarazza dare la mancia, ad esempio ai portieri di hotel

  17. Davvero ottimo questo post!
    Ma chi è che chiede resto dalla mancia? Cioè allora non dargliela neanche!
    Se dovessi andare in Giappone ora so che non gli piacciono le mance!

    xoxo Mara

  18. sempre il 20% lascio!

    Molto carino questo post,ti seguo volentieri su Bloglovin e spero che lo faccia anche tu( sono passata a wordpress e quindi non ho più Google Friend Connect!!!) e se hai facebook o Google+ puoi aggiungermi lì!Che ne dici?
    http://www.piusc.it/

    Aspetto una tua risposta!
    Valentina

  19. Premessa: io non potrei ostentare perchè parto da una base poverissima, ma come diceva la cara vecchia Coco: ci sono persone che hanno soldi e persone che sono ricche.
    Una volta mi sono permessa di lasciare la mancia ad una cameriera mia coetanea e lei si è offesa dicendomi: non ti ho ica fatto la servetta…ma vafff….baci!

Rispondi a Tania Annulla risposta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *