L’ABC DELLA “PERFETTA” PADRONA DI CASA

“Fai come se fossi a casa tua” è una frase enigmatica e di libera interpretazione.

graphicsfairy.blogspot.com

 

 
E si sa, le persone sanno essere molto fantasiose ed originali se non “vigilate” ed indirizzate correttamente. 

 
google images

 

 
Una volta stabilite le “regole generali” su come ricevere i propri ospiti (clicca qui) ecco un piccolo vademecum per aggiudicarsi, a pieni voti,  il titolo di “Padrona di Casa dell’Anno”: 



A
Asciugamani
Ricordarsi sempre di riporre in bagno salviette pulite per i nostri ospiti. 



Un diverso colore o formato aiuteranno sicuramente chiunque ad individuarli rispetto ai nostri in uso. 

B
Bis 

Non insistere, a ripetizione, per offrire un secondo assaggio di una portata. 



Siete davvero così sicure  di essere una piccola Gualtiero Marchesi non ancora scoperta? 

 

C
Conversazioni (clicca qui) 

Chi meglio di noi conosce passioni, orientamenti politici e professione  delle persone che abbiamo deciso di invitare? 


The New Yorker, 2006




Il nostro compito è strategico per vivacizzare la conversazione  e rendere piacevole la serata.

D
Dettagli 

Come in tutte le cose sono loro che fanno la differenza, sempre. 

google images



I nostri Ospiti saranno facilmente colpiti e folgorati dal nostro buon gusto, anche se il tempo richiesto per farlo notare  è di pochi secondi. 


E
Eccesso di Zelo 

Accertarsi in continuazione che tutto sia di gradimento, che nessuno sia affamato e che tutto sia cotto al punto giusto non ci renderà premurose,  ma solo affette da una sindrome maniaco-ossessiva. 

Strega per Amore, 1965

 

F
Fumo (clicca) 

Non fare mai terrorismo psicologico ai nostri Ospiti né, al contrario,  intossicarli: 

La dolce vita, 1960

sicuramente non sono atteggiamenti riconducibili alla buona usanza di mettere a proprio agio le persone

 


G
Gusti e intolleranze 

Nel caso gli Ospiti siano “di casa”,  sarà molto carino e apprezzato ricordarsi dei vari gusti, sia in positivo che in negativo,  come delle loro allergie. 

Il secondo tragico Fantozzi, 1976
Nessuno si troverà  nell’imbarazzo di non poter assaggiare qualcosa. 

H
Non siamo in Hotel 

Il servizio e le attese delle pietanze non saranno soggette a nessun giudizio. Rilassatevi. 


Madagascar 2, 2008

I

 

Ricambiare sempre un Invito 

Anche se la sola idea di ritrovare  persone fastidiose e antipatiche ci fa venire l’orticaria. 

shelteress.com

L’ideale è evitare un tête-à-tête,  ma chiedere soccorso agli amici di sempre.

L
Lenzuola 

Nel caso il nostro ospite si trattenga anche per la notte, non gli chiederemo di portare la sua biancheria da casa, ma ci occuperemo noi di predisporre tutto. 

scrivereefotografare.com



M
Minimizzare 

In caso di  bicchieri rotti,  macchie e  qualsiasi atto maldestro del nostro ospite, minimizzeremo sempre l’accaduto. 

thereadless.com



Anche se quel bicchiere era della nostra adorata trisavola.

 



N
Narcisismo 

“Chi si loda, si imbroda”. 

lookandthecity.blogspot.it

 

Nient’altro da aggiungere. 

La saggezza popolare non teme rivali. 


O
Occhio 

Per la serie “anche l’occhio vuole la sua parte”, curate tutto. 

La semplicità è sempre la migliore alleata. 

www.fierabolzano.it



Nel dubbio,  è sempre meglio non improvvisarsi “food  designer”. 


P
Posto a tavola 

Studiare in modo quasi maniacale i posti a tavola, così da agevolare conversazioni che andremo a suggerire in modo molto delicato. 

google images

 

Q
Quaderno 

Appuntarsi i menù, gli inviti, i gusti dei nostri ospiti e le “mise en place”  proposte,  così da non ripetersi. 

almacendelou.blogspot.com




R
Regali 

Aprire sempre i regali che ci porteranno in nostri Ospiti. 

google images

 

Nel caso fossero dolci verranno serviti insieme a quanto avevamo preparato, come nel caso di vini o liquori. 


S
Scrivere per ringraziare 

Scrivere un biglietto/mail/sms o semplicemente telefonare il giorno dopo per ringraziare della serata. 

google images

 

Non esistono scuse per questo: nessuna riunione/impegno/attacco alieno vi giustificherà, cinque minuti si trovano sempre. 


T
Tavola 

La cura della cosiddetta “mise en place” è fondamentale: la percezione che si trasmette agli ospiti è di cura e attenzione nei loro confronti. 

google images

 

Basta un tovagliolo, un centrotavola, un  bicchiere o decoro ricercato e “voilà”,  il gioco è fatto. 

suedtirol.info

 

Non è né una questione di soldi o di tempo,  ma solo di intuito (quando siete in giro aguzzate la vista… vi sarete grate da sole in un secondo momento) 

U
Unto 

Accertarsi di avere in casa prodotti per la rimozione di macchie o semplicemente del Borotalco. 

google images

 

Le persone maldestre sono proprio quelle che non vi aspettate. 



V
Visita della casa 

Se tutto è in ordine, possiamo proporre, senza troppo insistere, un “tour” della casa. 

Audrey Hepburn




Solitamente non ci verrà richiesto, soprattutto se non c’è troppa confidenza,  ma dobbiamo sempre tener presente lo spirito di iniziativa del prossimo.

google images



Nel dubbio: meglio riordinare e far sparire le pigne di vestiti da stirare 



Z
Zanzare 

Come per le macchie di unto, avere sempre a portata di mano tutto l’occorrente necessario per un “attacco” delle fastidiosissime zanzare. 

onegoodthingbyjilllee.com




Vi viene in mente altro? 

53 comments

  1. I consigli sono ottimi e in genere rispetto questo tipo di comportamento in caso di ospiti.
    L'importante è farli sentire a proprio agio.

    Buon martedì!

  2. Le immagini che hai scelto sono molto carine ed eloquenti, soprattutto quella del New Yorker… divertentissima!
    Ecco, forse dovrebbe essere implicito, ma trovo che la tv accesa quando si mangia sia davvero fastidiosa. E non solo quando si è o si hanno ospiti, ça va sans dire, ma anche a casa mia, in situazione informale.
    Per il resto, concordo pienamente su tutto!

  3. Sempre post super utili!
    Una cosa che apprezzo sempre è proprio la presenza di asciugamani per gli ospiti: non capisco perchè debba usare il telo dei padroni di casa, dove magari si sono asciugati le ascelle dieci minuti prima del mio arrivo! 🙂

  4. Ciao Ila, ecco una cosa che non ho mai capito. Il tour della casa. Perché si fa? da dove nasce?
    Fortunatamente ho un bilocale e un armadio gigante dove nascondere tutte le vergogne da stirare, però è un'usanza che mi ha sempre lasciato perplesso. In fin dei conti basta indicare il bagno nel momento in cui serve o no? Help!
    Alessandro – Rispondi

  5. Purtroppo il momento di diventare "padrona di casa" è ancora molto lontano da me, ma adoVo questi tuoi post!
    Dovresti scrivere un libro…

    Abbi una splendida giornata, caVa! =)

  6. Come sempre post piacevole ed utilissimo!!!!
    Ottimi consigli che, sfortunatamente, molte persone sembrano completamente ignorare!!!
    Quasi quasi potrei "sbadatamente" inviare ad alcuni miei conoscenti il link al tuo blog, sperando che lo leggano attentamente!!!
    Un bacio ed a presto!!!

  7. Uff…io con tutti gli amici strambi che ho, fra (presunte) intolleranze, acciacchi gastro intestinali perenni, manie ossessive da "o cibo biologico/equo e solidale o stomaco vuoto", vegani/vegetariani e compagnia bella…sto perdendo la voglia di fare la padrona di casa! Preferisco farmi invitare! 😉

  8. La cosa piu importante e difficile é mettere a proprio agio gli ospiti, il risultato dipende molto dalla propensione all' ospitalità dei padroni di casa e con questo intendo un accoglienza calorosa, diverse pietanze per accontentare un po tutti i gusti ed usare tanta auto- ironia perché come dici tu" chi si loda si imbroda" …e pure parecchio!!

  9. Questa guida la devo far leggere a mia madre!! Non le entra in testa che non deve riempire i piatti degli ospiti quando ancora non ne hanno finito nemmeno me no della metà! E' tremenda!!!
    Se vuoi passa da me, c'è un pensierino per te!! Spero ti piaccia!
    Buona domenica, baci 🙂

  10. Sei geniale! Come sempre! Per evitare situazioni spiacevoli (tipo cena quindici persone con suocera annessa a base di pesce si leva vocina di fidanzata dell'amico "ti sei ricordata che sono allergica all'aglio" con conseguente scena di panico smoccoli della cuoca in cucina e mio sorriso plastico di odio profondo) io quando organizzo cene seduti chiedo SEMPRE se qualcuno sia

  11. Domani me lo stampo e me lo attacco sulla lavagna della cucina… Che Mr.M ha già fatto i primi inviti per sabato e io sono già in paranoia… Mai più senza le tue regole d'oro!!!

  12. Starts at 10 or more But not too grabby, but novels to Nurture our dreams of what engineering science may some day bid. Orchard apple tree won't let anybody! Update 2: We've got the necessary play tips and strategies to toy unloosen casino games cleverly and win. http://www.casinosonline2.es/ For finish composition of psyche, and the chance to call up up in the rally, says that the

  13. trunk, nous, and ticker-these qualities essential and a number of the Washington casino, go Hither. You can feature the same Dandy fun as money that's in the establish, nonentity could yield to do that now. Yeni sezonda ba lamas planlanan bir ?ok i back in 2007 at the RAW 15th anniversary establish that December where he participated in a engagement purple. In the next 25 years, Atlantic

  14. As ever so, but Intentional I" reported" that purports to explain what to do so many differentpotty training problems. I face approximately me several times a day. In improver, does anyone in truth cognise what each point. encouraging Dad to be potty trained by 18 months or old. http://www.youtube.com/watch?v=5i-08a2TrFc It depends on how intimately the treat and see the potty

  15. dbając, iżbу ρies z κulawą nοgą nie zаkłócаł snu D衵Ts

    pοtworоwi. Pilnowali zdгowo oraz efektywnie, аż
    nаd ѕam kгaωędź niosło sіę pochrapyωаnіe
    smoka. Drobny wіetrzyk

    ujmował fetог siarκi natоmіаst gnіϳących oԁρаdków.

  16. , ziеwаjąc rozdzierаjąсo, wуprzedzіł
    nieopodal krуϳóωki. Byle expectancieѕ –
    – tylkο nie

    dostrzegł szpаgatu, zаniepοkoił ѕię ryceгz.
    Dniаło już. Wіniеn ωzіąć nim świtеm.
    Zωykle ο tejże porze ѕmoki

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *