L’ABC DELLA “PERFETTA” PADRONA DI CASA

“Fai come se fossi a casa tua” è una frase enigmatica e di libera interpretazione.

graphicsfairy.blogspot.com

 

 
E si sa, le persone sanno essere molto fantasiose ed originali se non “vigilate” ed indirizzate correttamente. 

 
google images

 

 
Una volta stabilite le “regole generali” su come ricevere i propri ospiti (clicca qui) ecco un piccolo vademecum per aggiudicarsi, a pieni voti,  il titolo di “Padrona di Casa dell’Anno”: 



A
Asciugamani
Ricordarsi sempre di riporre in bagno salviette pulite per i nostri ospiti. 



Un diverso colore o formato aiuteranno sicuramente chiunque ad individuarli rispetto ai nostri in uso. 

B
Bis 

Non insistere, a ripetizione, per offrire un secondo assaggio di una portata. 



Siete davvero così sicure  di essere una piccola Gualtiero Marchesi non ancora scoperta? 

 

C
Conversazioni (clicca qui) 

Chi meglio di noi conosce passioni, orientamenti politici e professione  delle persone che abbiamo deciso di invitare? 


The New Yorker, 2006




Il nostro compito è strategico per vivacizzare la conversazione  e rendere piacevole la serata.

D
Dettagli 

Come in tutte le cose sono loro che fanno la differenza, sempre. 

google images



I nostri Ospiti saranno facilmente colpiti e folgorati dal nostro buon gusto, anche se il tempo richiesto per farlo notare  è di pochi secondi. 


E
Eccesso di Zelo 

Accertarsi in continuazione che tutto sia di gradimento, che nessuno sia affamato e che tutto sia cotto al punto giusto non ci renderà premurose,  ma solo affette da una sindrome maniaco-ossessiva. 

Strega per Amore, 1965

 

F
Fumo (clicca) 

Non fare mai terrorismo psicologico ai nostri Ospiti né, al contrario,  intossicarli: 

La dolce vita, 1960

sicuramente non sono atteggiamenti riconducibili alla buona usanza di mettere a proprio agio le persone

 


G
Gusti e intolleranze 

Nel caso gli Ospiti siano “di casa”,  sarà molto carino e apprezzato ricordarsi dei vari gusti, sia in positivo che in negativo,  come delle loro allergie. 

Il secondo tragico Fantozzi, 1976
Nessuno si troverà  nell’imbarazzo di non poter assaggiare qualcosa. 

H
Non siamo in Hotel 

Il servizio e le attese delle pietanze non saranno soggette a nessun giudizio. Rilassatevi. 


Madagascar 2, 2008

I

 

Ricambiare sempre un Invito 

Anche se la sola idea di ritrovare  persone fastidiose e antipatiche ci fa venire l’orticaria. 

shelteress.com

L’ideale è evitare un tête-à-tête,  ma chiedere soccorso agli amici di sempre.

L
Lenzuola 

Nel caso il nostro ospite si trattenga anche per la notte, non gli chiederemo di portare la sua biancheria da casa, ma ci occuperemo noi di predisporre tutto. 

scrivereefotografare.com



M
Minimizzare 

In caso di  bicchieri rotti,  macchie e  qualsiasi atto maldestro del nostro ospite, minimizzeremo sempre l’accaduto. 

thereadless.com



Anche se quel bicchiere era della nostra adorata trisavola.

 



N
Narcisismo 

“Chi si loda, si imbroda”. 

lookandthecity.blogspot.it

 

Nient’altro da aggiungere. 

La saggezza popolare non teme rivali. 


O
Occhio 

Per la serie “anche l’occhio vuole la sua parte”, curate tutto. 

La semplicità è sempre la migliore alleata. 

www.fierabolzano.it



Nel dubbio,  è sempre meglio non improvvisarsi “food  designer”. 


P
Posto a tavola 

Studiare in modo quasi maniacale i posti a tavola, così da agevolare conversazioni che andremo a suggerire in modo molto delicato. 

google images

 

Q
Quaderno 

Appuntarsi i menù, gli inviti, i gusti dei nostri ospiti e le “mise en place”  proposte,  così da non ripetersi. 

almacendelou.blogspot.com




R
Regali 

Aprire sempre i regali che ci porteranno in nostri Ospiti. 

google images

 

Nel caso fossero dolci verranno serviti insieme a quanto avevamo preparato, come nel caso di vini o liquori. 


S
Scrivere per ringraziare 

Scrivere un biglietto/mail/sms o semplicemente telefonare il giorno dopo per ringraziare della serata. 

google images

 

Non esistono scuse per questo: nessuna riunione/impegno/attacco alieno vi giustificherà, cinque minuti si trovano sempre. 


T
Tavola 

La cura della cosiddetta “mise en place” è fondamentale: la percezione che si trasmette agli ospiti è di cura e attenzione nei loro confronti. 

google images

 

Basta un tovagliolo, un centrotavola, un  bicchiere o decoro ricercato e “voilà”,  il gioco è fatto. 

suedtirol.info

 

Non è né una questione di soldi o di tempo,  ma solo di intuito (quando siete in giro aguzzate la vista… vi sarete grate da sole in un secondo momento) 

U
Unto 

Accertarsi di avere in casa prodotti per la rimozione di macchie o semplicemente del Borotalco. 

google images

 

Le persone maldestre sono proprio quelle che non vi aspettate. 



V
Visita della casa 

Se tutto è in ordine, possiamo proporre, senza troppo insistere, un “tour” della casa. 

Audrey Hepburn




Solitamente non ci verrà richiesto, soprattutto se non c’è troppa confidenza,  ma dobbiamo sempre tener presente lo spirito di iniziativa del prossimo.

google images



Nel dubbio: meglio riordinare e far sparire le pigne di vestiti da stirare 



Z
Zanzare 

Come per le macchie di unto, avere sempre a portata di mano tutto l’occorrente necessario per un “attacco” delle fastidiosissime zanzare. 

onegoodthingbyjilllee.com




Vi viene in mente altro? 

Latest Comments
  1. Eva
  2. S
  3. emy
  4. Ady
  5. Bri
  6. Anonymous
  7. Anonymous
  8. Anonymous
  9. Anonymous
  10. Anonymous

Post A Comment

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *