IN MONTAGNA DI SERA

Trovare il giusto abbigliamento per la sera in montagna, non è mai cosa banale.

 
google images
 
Abbandonate le tute da sci, cappelli e guanti tecnici, potremmo incontrare alcune difficoltà, soprattutto se dobbiamo sfoggiare un abbigliamento “elegante”.
Vacanze di Natale 1983

 

La premessa fondamentale sarebbe quella di non “strafare”: la montagna, richiede un abbigliamento pratico, caldo e confortevole. Quindi, fatta eccezione per i veglioni di capodanno in cui si richiede la cravatta nera, meglio optare per un elegante “ridimensionato”.

Vacanze di Natale a Cortina – 2011

 

Ecco alcuni consigli:

EVITARE I GELONI AI PIEDI
Meglio affidare sempre i nostri piedi a dei comodi ugg (facendo attenzione a non rovinarli con la pioggia) o agli eterni “Moon Boots”: i tacchi possiamo metterli tranquillamente in borsa e fare poi il cambio arrivate a destinazione.

Ugg


Leighton Meester

 

I ragazzi, invece, saranno al sicuro con un paio di Timberland, tamarre al punto giusto  ma anche pratiche.
Timberland

 

LA PELLICCIA
Pericolosissima sotto i venticinque. L’effetto “bambina che ruba i vestiti alla mamma per giocare”, dietro l’angolo.
Suri Cruise
Tra i 25 e i 40 se sdrammatizzata con i jeans, “biker boot” o “Ugg” non farà mai l’effetto “vecchia carampana” (soprattutto se la pelliccia non è troppo pregiata e messa a modello corto o, addirittura, a giubbino)
Caroline Sieber
nonsidicepiacere.blogspot.com
Dopo i 40, la pelliccia ci donerà sempre un tocco non ” vecchiardo” ma “chic” e sofisticato, senza contare che non patiremo mai il freddo.

advancestyle.blogspot.com
(signora ultra settantenne)
ABBIGLIAMENTO A “CIPOLLA”
Molti strati sono strategici per non morire assiderati all’esterno, né “abbrustoliti” dal riscaldamento tropicale sempre presente in baite e ristoranti dei siti montanari.
google images
I CAPPELLI “SIMPATICI”
Copricapi che ricordano elfi, gnomi, animali o quant’altro che ci sembra “divertente”, conserviamoli per la settimana di carnevale.

Coker Esibar
L’effetto che otterremmo indossandoli sarà opposto a quello desiderato: ridicolo e un po’ patetico.

google images

 

I PARA – ORECCHIE
Tornati in “auge” negli ultimi tempi (per fortuna, vista la loro praticità) ce ne sono in commercio di tutti i tipi.

ASOS

 

Vale, quindi, lo stesso discorso fatto per i cappelli al punto precedente.
IL VEGLIONE

A meno che il contesto sia troppo “rustico” e/o sportivo, l’ultimo dell’anno è l’occasione giusta per rispolverare lo smoking (o l’abito lungo per le fanciulle).

Halston Heritage




La tradizione, infatti, richiederebbe per il veglione di San Silvestro, molta eleganza.



 
Dimenticato qualcosa?
Latest Comments
  1. Anonymous

Post A Comment

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *