IN ASCENSORE

A meno che il palazzo dove abitiamo sia di nostra proprietà  ed abitato per intero solo da noi come eremiti, non si deve disporre dell’ascensore condominiale a proprio uso e consumo.

Deposito Zio Paperone
Evitate sempre di:
– tenere occupato l’ascensore coprendo le fotocellule con schermate improvvisate (pezzi di giornale, di cartone e così via) in modo da caricarlo con comodo:  preparare prima i pacchi ed i bagagli  sul pianerottolo e/o di fianco all’ascensore, e quindi, caricare il tutto nella cabina;
– lasciare il proprio figlio/nipote/figlio di amici a fare da vedetta per tenerlo occupato (chiamandolo in continuazione);
– le porte dell’ascensore si richiudono BENE subito, senza indugi, evitando così imprecazioni da parte degli altri condomini;
– fare sesso in ascensore. Non è educato, pulito e, soprattutto, comporta un notevole rischio di essere “pizzicati”. Ricordate inoltre che molti ascensori moderni sono dotati di videosorveglianza;
– fumare;
– fare disegnini e dichiarare il proprio amore alla vicina di casa;
– parlare al cellulare: potreste mettere a disagio voi stessi e le altre persone che si sentirebbero coinvolti nelle vostre faccende. Stesso discorso vale per le cuffie auricolari: se state ascoltando musica ad alto volume, abbassate al minimo (l’ultima canzone di Al Bano, non è detto che piaccia proprio a tutti);
– niente odori forti, come cibo “take away”, sudore o profumi soffocanti e, soprattutto, niente puzzette. In tre metri cubi d’aria rischiate di soffocarvi;
– se siete in un gruppo di persone, aspettate che anche l’ultimo sia arrivato prima di premere il tasto di chiamata; in ogni caso MAI premere ripetutamente il tasto di chiamata o quello del vostro piano. Vi farà apparire persone irritabili e nervose (o degli squilibrati);
– portare il cane in tempo al parco così da evitare spiacevoli inconvenienti che nel malaugurato caso puliremo diligentemente;
– è buona educazione salutare sempre gli altri occupanti dell’ascensore sia entrando che uscendo dal mezzo. Il saluto, soprattutto quello d’ingresso, deve essere puramente di cortesia e non deve essere il preludio ad alcun tipo di discorso con gente sconosciuta. Parlare in ascensore non è buona norma: se proprio lo si vuole fare ci si limiti a discorsi generici come le condizioni climatiche;
-mentre aspettate l’arrivo dell’ascensore non mettevi ben piazzati di fronte alle porte: state qualche passo indietro per permettere prima agli occupanti di uscire, e solo successivamente potrete entrare;
– fare scherzi infantili, come premere tutti i bottoni dei piani una volta lasciato l’ascensore;
– se siete in un ascensore affollato e non riuscite a premere il tasto del vostro piano, non sgomitate per arrivare alla “console”, ma chiedete gentilmente a qualcuno di prenotare il piano per voi;
Chi ha incastrato Roger Rabbit? 1988
– se qualcuno alle vostre spalle deve uscire e non ha spazio per farlo, fate la cortesia di uscire momentaneamente dal mezzo per permettere un libero deflusso di persone;
-se le porte dell’ascensore si chiudono prima che voi possiate entrarci, MAI tentare di fermarle con braccia, gambe, ombrelli o borse. Oltre che pericoloso è maleducato. Se invece siete voi nell’ascensore e vedete una persona che vorrebbe entrare mentre le porte si stanno chiudendo, farete cosa gradita premendo il tasto di apertura delle porte.
-se trasportate un pacco ingombrante e non siete sicuri di stare agevolmente in ascensore con gli altri occupanti del mezzo, aspettererte “il prossimo” ascensore vuoto;
-se premete per errore il tasto del piano sbagliato, ormai è fatta: l’ascensore si fermerà ed è inutile tentare finte uscite od incolpare la tecnologia dell’ascensore. Scusatevi con gli occupanti per aver premuto il tasto errato, e, magari, premete il tasto di chiusura porte per velocizzare i tempi;
The Blues Brother, 1980

 

-anche se siete dei grandi pigri, evitate di prendere l’ascensore per fare solamente un piano, specialmente nelle ora di punta. Inoltre non usatelo in caso di incendio. Dicono sia pericoloso;
-non fate commenti cattivi su una persona appena lascia l’ascensore. Gli altri occupanti rimasti la potrebbero conoscere;
Mi sono dimenticata di qualcosa?
grazie al mio pungente e sottile amico A.

24 comments

  1. Fantastico! Argomento interessante, di quotidiana fruizione, spero che lo leggano in tanti, specialmente quelli che dovrebbero imparare……
    Una fan di mezza eta'

  2. Non hai dimenticato nulla ma certe cose sono inevitabili. L'odore della pizza da asporto o il profumo di… è un po difficile da evitare.
    Teresa d.

Rispondi a Sally Annulla risposta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *