IL LUNEDI’ SUI MEZZI PUBBLICI

gli aneddoti da raccontare,
le ispirazioni, associate al lunedì.
 
Irina Lazareanu
Un giorno che, nel bene o nel male, è una fonte inesauribile di sbuffi e lamentele, ma anche
di buoni propositi come la dieta,
e di inizi di grandi imprese che si incominciano “per legge” di lunedì.

 
google images
 
Ma a prescindere da aspetti più “eroici”, 
il lunedì resta il giorno di ordinaria follia sui mezzi pubblici.
Una vera e propria impresa se avete la bizzarra idea, o sfortunata esigenza, di utilizzarli nelle ore di punta.


Elio e le Storie Tese
Specialmente tra le otto e le nove.
Un vero rischio per la vostra incolumità sia fisica che morale.
Gente che spinge, ringhia,
ti guarda in cagnesco se osi occupare un centimetro quadrato in più rispetto a quello che lui considera giusto.


Fantozzi, 1975
(autobus al volo)

 

Persone che non hanno ancora metabolizzato il fatto che non si devono posizionare immobili davanti alle porte,
soprattutto a 10 fermate prima della propria: non succede nulla.
Il posto è comunque garantito.
Si scende dal mezzo pubblico per far spazio a chi è arrivato a destinazione per poi “magicamente” risalire.

L’allenatore nel pallone, 1984

 

Tutto per guadagnare un nanosecondo in più alla timbratura del cartellino.
Se solo Fantozzi sapesse che la gara alla timbratura oramai è all’entrata e non all’uscita…

google images
Infine un consiglio: non incrociate mai lo sguardo di chi sbuffa o di chi si guarda attorno.
E’ il classico personaggio che cerca o una spalla per lamentarsi o, il più delle volte, per attaccare briga.

vintagevanguard.tumblr.com

 

Si, per loro i compagni di viaggio sono le valvole di sfogo della frustrazione che li colpisce tutti di lunedì.

Sliding Doors, 1998

 

Voi avete qualche disavventura tipica di autobus, metropolitane o tram da raccontare?
Latest Comments

Post A Comment

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *