IL CONTO ALLA ROMANA

Parlare di denaro, al di fuori di un contesto lavorativo, non è mai elegante.
Gordon Gekko
Wall Street II, 2010

 

Esistono, tuttavia, alcuni argomenti che debbono essere affrontati e risolti. Come le mance, iregali collettivi e così via (clicca sul nome per vedere relativo post).
vanityfair.it
Quando si esce a cena con  un gruppo consistente ed eterogeneo, dove spesso non si è tutti in confidenza, il momento del conto è sempre il “punto dolente” della serata.
Il secondo tragico Fantozzi, 1976
Il conto “alla romana”, dove si divide il tutto per il numero dei commensali ,è sicuramente la soluzione più pratica e veloce.
Cluedo: il delitto è servito!, 1985

 

 

Chi si fa carico dell’oneroso ruolo di “cassiere”, tuttavia, deve tener d’occhio sempre alcuni dettagli importanti:
 giaina2010.blogspot.i
– che tutti abbiano preso bene o male le stesse cose; 
– proporre al gruppo di far pagare meno chi ha preso solo un’insalatina e non gli spaghetti all’astice e  branzino per secondo.
google.it

 

Purtroppo, non si può far sempre affidamento sugli altri, soprattutto se è la prima volta che li incontriamo. Ecco, quindi, alcuni suggerimenti su come comportarsi:
– prima di ordinare caviale e champagne meglio chiedere, in modo informale,  ai nostri vicini di posto cosa mangeranno. Eviteremo così imbarazzanti scene da “splendidi” o da “cafoni”;
google.it

 

– nelle cene collettive è il momento meno indicato per fare “diete” e non mangiare; 
– evitiamo di fare aperitivi “rinforzati” prima di andare a cena. Meglio non essere inappetenti in certe situazioni; 
Il gatto con gli stivali, 2011

 

– se la nostra voglia di fiorentina è irrefrenabile, e tutti mangiano pizza, sarà nostra premura chiedere di pagare una quota aggiuntiva, levando così dall’imbarazzo il malcapitato che raccoglierà i soldi. 
La tavolata più lunga della Dolomiti
Selva di Val Gardena, estate 2011

 

Infine, un ammonimento che  contrasta  con l’etichetta: non dobbiamo scandalizzarci più di tanto se, prima ancora di ordinare, qualcuno esclama a gran voce “si fa alla romana vero?!”.

google.it

 

Certo non è il massimo del “bon ton”,
ma è altamente probabile che “l’urlatore” sia una persona che è stata scottata in passato.
Cosa ne pensate? Avete altri suggerimenti?

50 comments

  1. a me non é mai capitato di sentire qual cafone che si prende gli spaghetti con l'aragosta, quando tutti gli altri prendono la pizza, dire:pago una quota aggiuntiva!ed infatti mi sono ritrovata a pagare 20 euro pizza e coca cola.

  2. A me è capitato di andare in un ristorante costoso con degli amici e tutti c'eravamo limitati solo al primo,mentre un'altra coppia aveva preso il primo più costoso, i secondi di pesce più cari e poi al momento del conto quando tutti gli altri erano d'accordo che ognuno pagava per sè ci hanno detto "ah ma noi abbiamo preso tutte queste cose perchè pensavamo che si facesse alla

  3. Io, abituata a pagare alla romana, resto sempre molto perplessa quando qualcuno si lamenta del contrario, soprattutto se c'è stata assoluta uniformità nelle ordinazioni ma pazienza, mi tengo la mia perplessità e, generalmente, sono tra i pochi che non si fa ridare indietro i 20 centesimi di resto… (che ci faranno, poi, con 20 o 10 centesimi di resto me lo chiedo :-))

  4. io ci smeno sempre nelle grandi tavolate, proprio sabato sera ero ad una sagra con una tavolata di 15 ragazzi: io ho "consumato" per un totale di 5€, gli altri diciamo che non si sono tirati indietro per niente. fatto sta che mi hanno chiesto 25€ dopo la divisione alla romana. non è per la cifra in sé, ma almeno il gesto avrebbero potuto farlo dato che avrei speso un quinto!
    però

  5. Io sono per il conto alla romana sempre e comunque , anche se ti capita "il compagno di mangiate" un po più "esigente"! Certo è che se seguisse i tuoi consigli e dicesse di voler pagare in più , anche se non accetterei , sicuramente apprezzerei il gesto, e capirei che non ha voluto fare il furbo!

  6. Sono assolutamente a favore del conto alla romana.
    Mi è capitato invece di partecipare a delle cene dove si divideva il conto "a famiglia", ovvero una coppia senza figli si ritrovava a pagare la stessa cifra di una coppia con 3 figli (che avevano ordinato come i grandi …).
    Mi è sembrato un po' strano, ma non ho osato dire nulla.

  7. E' insopportabile chi fa così (facciamo notare che il 99% sono uomini).
    Il dramma è che poi noi ci vergogniamo a dire "Ma io ho preso solo un'insalata…" perchè abbiamo paura di fare la figura delle avare (quando poi quelli a doversi vergognare dovrebbero essere loro).
    Secondo me il problema è dovuto al fatto che i ristoratori si rifiutano (in base a che cosa poi?)

  8. Concordo…se vedo che qualcuno al tavolo non ha praticamente mangiato, sono io a proporre che paghi di meno perchè non mi pare proprio giusto…Per il resto cerco di "sondare il terreno" e ordinare in base a quello che prendono gli altri!

  9. Quando si era ragazzini si facevano scrupolosamente i conti separati al centesimo…adesso che bene o male siamo cresciuti e lavoriamo tutti è decisamente più comodo "alla romana" (soprattutto come dici tu, quando si è cena con persone con cui non si ha grachè confidenza)… Di certo col tempo, ho imparato a scegliere pure io il pranzo o la cena completa piuttosto che il classico "

  10. Ultimamente, complice le cene universitarie, questa situazione è abbastanza ricorrente. Limito le mie scelte per il bene comune; per esempio amo i vini costosi e i digestivi pregiati, ma è chiaro che in queste occasioni vi rinuncio senza troppi fastidi. Odio uniformarmi, ma questa è proprio il momento in cui l'eccezione è concessa e consigliata.
    Grande, come sempre!

  11. Lasciamo perdere da astemia posso dire che il "Si fa alla romana" per me è sempre una presa in giro. Io con la mia pizza e l'acqua mi ritrovo sempre a pagare le due o tre birre + cicchetto dei vicini. E' una cosa che mi fa incavolare come una iena.
    Non è che per compensare la cifra possa mettermi ad ordinare 2 pizze XD

  12. Io purtroppo sono di natura una persona inappetente!Aspetta, non è che mangio poco in generale: diciamo che mangio quantitativamente poco ma spesso!
    Ed è per questo che rientro sempre in quel gruppo di persone che paga 20 euro per mezza pizza e una birretta media. Prima mi arrabbiavo e facevo delle mini-crociate senza successo. Con il tempo, ho imparato a pensare che sia parte delle regole

  13. Io ho sempre pagato alla romana anke quando avevo mangiato nulla in confronto agli altri… tuttavia credo ke sia stato meglio xkè in un grupp, specialmente quando c'è tanta gente, delle volte bisogna anke cedere un pò x nn creare incomprensioni-… Baci

  14. Si, può andare. Quello che suggerisci pare giusto. Ma lo trovi il tipo che si rende conto di aver esagerato e chiede di pagare di più? Anche solo la mancia, dove si usa…
    Teresa d.

  15. Tanto rancore nei commenti a questo post… Pero' poi sempre gli stessi che hanno commentato negativamente qualcun'altro, si sentono superiori.

    Ciao a tutti

  16. sai che a me capita veramente raramente? siamo sempre molto attenti ai singoli conti, non per avidità o altro ma per correttezza: così ognuno può ordinare quello che vuole. cavoli ma sai che a pensarci bene è stranissimo, non mi capita quasi mai, ma meglio così!

  17. Ciao! che tristezza… a volte mi tocca il classico compleanno in cui chi invita non offre nemmeno il dolce, ma gradisce il regalo… un gruppo di persone petacchine (rende bene, no?) che digiuna una settimana per poi strafogarsi come facoceri (aperitivo, stuzzichini, primo, secondo, dolce, birre varie, grappino, liquore, sia mai che non lo prendo…) e poi conto astronomico, ovviamente alla

  18. io spero sempre che ci sia l urlatore ! ! !anni fa ero a cena in pizzeria e tutti abbiamo preso pizza e coca e uno gli spaghetti allo scoglio una bottiglia di vino bianco,subito dopo l ' ordine ha chiesto :paghiamo alla romana vero ? certo come no. che faccia tosta !!!

  19. I peggiori esponenti del conto alla romana sono quelli che storcono il naso quando gli si propone di offrire il limoncello all'amico aggiuntosi all'ultimo minuto, ma che poi fanno gli "splendidi" lasciando l'euro di mancia al cameriere e facendo sembrare gli altri delle braccine corte.

  20. Io di solito mi adeguo e faccio alla romana. Ma una volta mi è capitato ad un compleanno che il conto salatissimo era tale per l'ingordigia di un gruppo che aveva preso di tutto e di più. Ho dovuto pagare anche per loro! Un nervoso…

    Un abbraccio

  21. Putroppo mi è capitato più volte di optare per la pizza per non appesantire il budget e vedere altri commensali che se ne fregavano allegramente e si rimpinzavano dietro alla scusa "tanto si fa alla romana"!
    I tuoi consigli dovrebbero leggerli in molti!!!

  22. Ai miei tempi era disdicevole pagare il conto "alla romana", ma sono d'accordo per farlo oggigiorno, anche se ne vedo di tutti i colori, intorno a me.
    Una fan di mezza eta'

  23. da buona romana sono una forte sostenitrice del "conto alla romana"!non crea problemi ed evita
    quelle orribili situazioni in cui il tizio inizia ad elencare portata dopo portata evidenziando cosa ha preso lui meno di quello seduto a capotavola! -.-
    ps.il nome del tuo blog è geniale!

  24. mi è capitato diverse volte di prendere solo un primo (o un secondo) e di stare con gente (tra l'altro anche amici) che mangia antipasto/primo/secondo/contorno/dolce e di non curarsi minimamente di dire che loro avrebbero messo una aggiunta… ovviamente non ho mai detto nulla, ma quando vado a cena con loro adesso anche io ordino mille cose!

  25. Ciao Ila,
    io personalmente odio quelli che mentre stiamo per ordinare, quando il cameriere sta scrivendo la tua pietanza sul taccuino e se ne escono fuori urlando…."Prendiamo tutto quello che ci va tanto si divide il conto per tutti".
    Va bene l'informale, ma cavolo c'è modo e modo!!!
    Come al solito le immagini sono uno dei must see del blog e Fantozzi è sempre

  26. Ahah è sempre il punto dolente della serata!! Più che altro con pensone nuove, con gruppi rodati ormai la pressi è consolidata! 😉
    C'è un piccolo premio per te sul mio blog, spero ti faccia piacere! 😀

  27. Guarda riesci sempre a trovare le parole giuste per questo tipo di situazioni!
    Io odio andare a mangiare fuori con persone che non conosco, quasi sempre c'è sempre il furbone di turno che paga di meno e prendi più degli altri. Quindi preferisco fare sempre cene intime, così risparmio soldi ed energia!:)

  28. Ormai non ne posso più di pagare spaghetti allo scoglio dolce e liquore e mangiare solo una pizza: se mi ci trovo tiro fuori i soldi per primo e dico: “ecco, io pago una pizza, l’acqua e il caffè”, e gli altri che si adeguino.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *