IL BON TON DELLO ZAINO

Si, siamo arrivati a questo punto.
Ma “zainate” sui reni, lividi sulle spalle,
botte sulla schiena che sono all’ordine del giorno sui mezzi pubblici ce lo chiedono a chiare lettere:
rispettate lo spazio altrui.
I soliti idioti
Non essendo dei marsupiali e non avendo ancora sviluppato una orbita oculare a 360°
che ci permette di “guardarci le spalle”, dobbiamo rassegnarci a non avere pieno governo dei nostri amati zaini.

serapian.com

 

E’ buona norma, infatti, sfilarsi lo zaino dalle spalle una volta saliti su un mezzo pubblico.
Non per altro, ma perché possiamo risparmiare scene del tipo:
- percosse involontarie al prossimo

- lasciare a piedi qualcuno perché il nostro zaino è talmente pieno che nemmeno l’invicta magnum anni ‘90 (si, quella che si allargava grazie a delle potentissime ed efficientissime zip) avrebbe occupato due posti sul bus

- pagare due biglietti: uno per noi, uno per il nostro zaino

- urtare e maltrattare così sconosciuti/amici/parenti/malcapitati alle nostre spalle
google images
Quindi, il ritorno dello zaino comporta anche il ritorno del buon senso e delle buone maniere nel loro utilizzo.
google images

 

Inoltre,  non è assolutamente il caso di rovinare il nostro “must have” per questa estate  non avendone cura: personalizzazione si, purchè sia “chic” come da richiesta di Serapian che lo presenterà a Pitti 84.

Che ne pensate?
 

 

Latest Comments
  1. Anonymous

Post A Comment

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *