IL BON TON DEL CALCIATORE

Ci siamo.
Siamo in finale.
google images
 
Si dice che in Italia siamo tutti CT: figli del Trap, nipoti del mago Herrera, compagni i banco di Arrigo Sacchi e all’occorrenza anche cugini di Lippi.
 
Giovanni Trapattoni
 
Sempre pronti a sciorinare tattiche, moduli e invocare diagonali e tagli ad ogni azione.
Allenatore nel pallone, 1984
 
 
Non rientrando in questa categoria, mi limiterò al mio mondo.
 
Non potendo certo distinguerci in fatto di stile con le divise di quest’anno (siamo gli unici a non avere la maglia personalizzata per ogni gara), meglio puntare sulle ‘buone maniere’.
Sette chili in Sette giorni, 1986
 
Cosa non si deve fare quando si è calciatori della nazionale :
– levarsi la maglia per esibire addominali scolpiti: il nostro fan medio ha la pancia ed non fa sport dai mondiali dell’82. Non è carino fargli venire complessi, soprattutto mentre sta gustando la sua frittatona di cipolle con la peroni ghiacciata in mano;
Fantozzi, 1976
 
– pavoneggiarci esibendo volutamente fisici da “bronzi di Riace”: queste partite sono viste anche da donne di tutte le età . Con il caldo, l’eccessiva sudorazione, vampate, disidratazione e la visione di muscoli d’acciaio, ci si mette un attimo ad avere un mancamento. Lo dice anche Luciano Onder di “Medicina 33”;
 
google images
 
– andar via senza salutare avversari, arbitri e tifosi. Non esistono valide motivazioni, specialmente se sei capitano ed hai fatto prima della gara il discorso ai tifosi UEFA sul rispetto;
 
google images
 
– le testate lasciamole a Zidane: dobbiamo essere modelli ineccepibili per bambini di tutte le età;
 
google images
 
 
– la scelta del mister è sempre “vangelo”: anche se un giorno ci raserà la cresta;
google images
– il compagno che ci sostituisce va incoraggiato e salutato anche se non condividiamo la scelta del mister;
– scenate degne del teatro napoletano o da ring non ci faranno rientrare in campo: conosciamo il rischio cui si va incontro;
 
Delio Rossi
 
– essere sicuri delle nostre capacità: non attribuiamo l’esito della partita a riti scaramantici e l’ acqua santa utilizziamola per cose più importanti;
 
Giovanni Trapattoni
 
– l’arbitro è li per giudicare e protestare è perfettamente inutile. Non serve nemmeno insultarlo, dandogli del cornuto . A volte ignorare è la migliore tattica.
Byron Moreno
 
Altri suggerimenti?
 
(a parte abbandonare il popopopo e avere una nuova colonna sonora??)

33 comments

  1. Ahahahaahahahah come fai ad essere così geniale? Adoro leggerti! 🙂 Un consiglio che mi preme farti da tempo: cambia l'aspetto del blog!! Magari fai un'intestazione più carina.. se ti va posso creartela io (adoro fare queste cose)… 🙂 Un bacio!

  2. io odio il calcio. e spero l'italia perda, o ci ritroveremo a dire che balotelli è il nostro nuovo eroe nazionale.

    della serie: siamo il popolo del grande fratello.

  3. Nessun post oggi sarebbe stato più adatto di questo!!!
    Temo che stasera le città saranno come i deserti….
    Ci si dà appuntamento davanti alla tv!!!
    KISS

  4. "LA MODA PASSA LO STILE RESTA"
    ANCHE PER LA NAZIONALE. QUESTA SERA E'FINALE. MI AUGURO VINCENTE.
    cmq l'euforia passa e…la classe resta. Ad maiora.
    Brava. Brava. Brava.

  5. Non ne posso piu' di creste, cerchietti, "tartarughe" esibite, ma soprattutto, di centinaia e centinaia di centimetri quadrati di tatuaggi. Tamarrissimi calciatori!
    Giulia

  6. Sì, ti prego, abbandoniamo il popopopo (che secondo me dopo ieri sera verrà accantonato amaramente, ma forse definitivamente).

    Io rivolgerei anche qualche consiglio agli allenatori: che si tratti di un campionato di serie A, degli Europei, dei Mondiali o della partita di calcetto di terza categoria, è necessario che siano sempre composti e quanto meno decenti nel modo di vestirsi.

  7. Cari tutti,

    purtroppo è andata male, ma ce ne faremo una ragione

    @Giada : hai ragione. dovrei rivedere la grafica, ma sono unan frana. tutti gli aiuti e le idee sono bene accette!

    mandami la tua mail!! grazie! baci

    @labibu: siamo proprio il popolo del grande fratello!

    @Kylie: una vera e propria "Mission Impossible" ma bisogna

  8. e va bè… erano più forti e gli azzurri sono arrivati spompati…!
    Comunque il post è sublime come sempre…ma io gli addominali del Balo li ho graditi!!! 😉

  9. Geniale!!
    Onestamente non condivido l'idea di non far vedere gli addominali…che le guardo a fare le partite se non posso sbavare per Ronaldo!?!?!?
    Altro che riti scaramentici…adesso sono tutti contro Mario Monti che porta sfiga alla finale e come se lo sarà pagato il biglietto?e il volo?era proprio necessaria la sua presenza!?!?
    Questo leggendo fb stamani!
    Non siamo

  10. Brava, hai notato anche tu che a molti cafoni del calcio serve una lezione di buona educazione.
    Condivido tutto.

    Teresa d.

    (se poi qualche dirigente mi sapesse spiegare come fanno a "strapagare" questi giovanotti e ad avere bilanci in rosso…)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

segui @nonsidicepiacere su instagram

  • La mia risposta anti convenzionale alla #mfw: un pomeriggio a ritagliare | creare | incollare l.
Ma si sa che certe scatole sono più per i genitori che per i nostri figli. 🤦🏻‍♀️
Scherzi a parte ci sono giochi, quelli dove davvero ti metti in gioco - scusate il “gioco” di parole 😂 - sfidando la tua creatività.
@mybobox.it è proprio questo: due lavoretti al mese, ogni volta diversi, con cui cimentarsi insieme a nostro figlio che arrivano direttamene con tanto di istruzioni a casa. 
Due spunti, curati da un team di professionisti capitanati da @tatafrancescav , per divertirsi e stare un po’ insieme 🦁🎈✏️📚❤️ #mybobox #francescavalla #ad #nonsidiceadv
  • Poi succede che ti parte il guizzo di mettere in ordine le foto, fare pulizia dei doppioni, stampare le più belle. Ed è proprio quello il momento in cui ti accorgi che non hai pubblicato la tua foto da aspirante Barista (o anche da wannabe presentatrice di televendite) 🤦🏻‍♀️👑🍾 #GiorgioMastrotaScansate #tb
  • Fra le cose che mi affascinano di più della montagna sono le cosiddette “stube”.
Quei luoghi che sanno di casa. Di storie. Di buoni libri. Di chiacchiere serali con tanto di plaid sulle ginocchia sorseggiando una tisana magari “corretta”. Luoghi dove il tempo sembra fermarsi tanto da risultare sempre attuali e super trendy. Come questa di @sporthotelpanorama . Lo ammetto: sono già pronta per l’autunno (ma non per il cambio armadi eh) #nonsidicedesign
  • Il cucuzzolo della montagna e la sua capacità di farti staccare. Di non pensare a tutte quelle cose a cui dovresti (e anche non dovresti) badare.Priorità uno è sempre una sola: godersi uno spazio rigenerativo. Il silenzio. Il profumo della montagna d'estate (che chi non c'è mai andato non può capire). La gioia di vedere le muuuu, coco’ e i bau. Perché il week end dura sempre così poco? ⛰🦁
  • La felicità non è un panino e un bicchiere  di vino caro Al Bano (anche se un pochino hai ragione pure tu) ma è un sabato di settembre in montagna. Per rinfrescare la sensazione vacanziera sulla pelle e nella mente. Per rilassarsi grazie alla cosiddetta “green therapy” e per scoprire nuovi posti ⛰🚡🌲 #nonsidicedolomiti
  • Pronti, partenza, week end [succede solo a me che già solo scendendo dalla macchina, facendo il primo respiro profondo ad alta quota, mi sento già meglio?] #nonsidicedolomiti #festivalorme #sporthotelpanorama