I VICINI DI CASA


I parenti non si scelgono, si subiscono.
Lo stesso vale per i vicini di casa, ma anche di ombrellone e così via..
 
Vicini di Casa, 1991
ivid.it
L’unica cosa che è in nostro potere fare, è riconoscerli ed agire di conseguenza.
 
Ecco un piccolo elenco/identikit:

LA PETTEGOLA

Dotata di un udito super sonico e di vista “a raggi x” è in grado di sapere, archiviare e rielaborare i fatti e le vite di tutti i condomini.
 
 
La Tata, 1993-1999
Si dice che, ispirata dalla serie televisiva C.S.I., talvolta si aggiri nel locale immondizie per controllare la pattumiera del vicino preso di mira, per scovarne i più reconditi segreti.
 
Come proteggersi:
Salutare cordialmente sempre e darle il minor numero di informazioni possibili.

LA GUARDIA GIURATA

Persona che si è auto-investita della carica di paladino della giustizia condominiale.
Un poliziotto al supermercato, 2009
 
Il suo numero preferito a composizione rapida sulla tastiera del cellulare, subito dopo quello del marito/fidanzato o dei genitori, è quello dell’amministratore di condominio: lo aggiorna sistematicamente su tutto ciò che succede nel condominio, segnalando soprattutto le infrazioni fatte accidentalmente e non dai condomini.
 
 
Come proteggersi:
Rigare dritto e, se colti nel fallo scusarsi e cospargersi il capo di cenere.

L’AMICONE

E’ la prima persona che si conosce nel momento in cui ci si trasferisce.
Non dobbiamo cercalo, sarà lui a citofonarci, magari con una torta fatta in casa. 
 
 
Otto sotto un tetto, 1989 -1997
Ci inviterà sicuramente a cena, sottoponendoci di una mitragliata di domande ed  invadendo la nostra privacy.
 
Come proteggersi:
Essere cordiali ma mettendo dei “paletti”, altrimenti in un attimo saremo inglobati nel suo mondo.

L’INVISIBILE

E’ il vicino che tutti vorrebbero avere (a parte le persone invadenti). 
E’ come non averlo. Di lui non si sa nulla se non il cognome perché  scritto sulla casella della posta (il nome di battesimo è già un mistero).
 
Clark Kent
 
 
 
Schivo e riservato, non da confidenza e non ne vuole. 
Come proteggersi:
Assumere il suo stesso atteggiamento. 

LO SPIONE

Nel momento in cui aprirai le finistre, ti imbatterai (accidentalmente?!) nei suoi occhi.
Quando uscirai di casa, sentirari il suo sguardo addosso.
 
 
La finestra sul cortile, 1954
Nella maggioranza dei casi non è un “voyeur”, per nostra fortuna, ma solo un controllore della vita del condominio.
 
Come proteggersi:
Mai dimenticarsi di tirare le tende, e di chiudere, alla sera, le persiane.

LO STUDENTE FUORI SEDE

Simpatico, allegro e il più delle volte festaiolo.
 
 
American Pie, 1999
 
Non curante delle regole condominiali (unicamente perchè non le conosce), sdregolato con gli orari. Nei periodi non di “esami” sarà la nostra croce: le feste infrasettimanali sono all’ordine del giorno (nel fine settimana, infatti, si torna da mamma e papà)
Come proteggersi:
Avendo un atteggiamento amichevole e non rigido fin dall’inizio. In un attimo conquisteremo così la sua fiducia e ci ascolterà quando gli faremo notare i suoi piccoli “incidenti diplomatici”.

IL SINGLE IMPENITENTE

E’ quello che negli anni ’80 sarebbe stato definito “playboy” mentre negli anni ’90 “latin lover”. Chiamatelo come volete, il fatto certo è che il classico condomino che da del filo da torcere alla “guardia giurata” e pane per i suoi denti per la “pettegola”.
 
Happy Days, 1974 -1984
Inquantificabile il “via vai” di fanciulle, rigorosamente sempre diverse, che si alternano per il condominio e irripetibili i “rumori” notturni.
 
Come proteggersi:
Cogliere il lato ironico di tutta la vicenda.

C’ERAVAMO TANTO AMATI

E’ la classica coppia burrascosa: litigi, urla sono all’ordine del giorno (talvolta anche piatti rotti). 
 
Il bisbetico domato, 1980
 
 
Come proteggersi:
Non schierarsi con nessuno dei due. Essere “super partes”.
 

 

Vi viene in mente qualche altra tipologia di vicino?
Latest Comments
  1. Eva
  2. Marianna
  3. Gio
  4. Anonymous
  5. Anonymous

Post A Comment

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *