GALATEO PER “FASHION BLOGGER vs MFW”

Per tutta la settimana, Milano sarà caratterizzata da taxi introvabili, traffico intenso e fiumi di persone vestite alcune molto bene ed alcune in modo molto ridicolo.
google images
Nessun milanese, quindi, nei prossimi giorni, potrà ignorare la settimana della Moda (Milan Fashion Week – MFW), anche se l’abbigliamento e le tendenze non sono parte del suo vocabolario e della propria vita quotidiana.
vogue.it
Con questa premessa, diventa inevitabile trattare il tema della “buone maniere” e del “buon gusto” durante questo appuntamento, soprattutto per le nuove pseudo “protagoniste” fra il pubblico delle sfilate: le cosiddette “Fashion Blogger”.
Barbie
Sorvolando la polemica e il dibattito acceso dalle giornaliste che si sentono spodestate del loro posto in prima fila da, a loro avviso, persone non addette ai lavori, ecco alcuni consigli da tener presente se siamo aspiranti e/o conclamate “fashion blogger”:
- Da ricordare sempre che utilizzare continuamente parole come “alla moda”, “trendy”, “glam” “top” non vi darà un tono competente in materia moda, ma, anzi, un eccessivo uso di questi termini, denota le persone meno ferrate in fatto di stile;
Anna Wintour e Franca Sozzani

 

- Se abbiamo proposto ai nostri lettori un abbigliamento fuori luogo persino sotto il tendone di un circo, non dobbiamo assolutamente stupirci, né arrabbiarci, se riceveremo delle critiche (che non vanno assolutamente censurate a meno che non siano delle volgarità gratuite);
NYC, febbraio 2012
annadellorusso.com

 

- Se ci siamo calate nei panni di “Fashion Blogger” affermate, saranno da evitare tutte le foto in posa con personaggi più o meno famosi. Tra “Vip” vige la legge non scritta che non ci si fanno foto a vicenda: solo i paparazzi sono autorizzati ad immortalarci;
NYC, febbraio 2012Chiara Ferragni e Olivia Palermo
theblondesalad.com
- Essere “originali ad ogni costo” non ci garantirà una foto sui giornali specializzati, riviste o blog affermati. Basti pensare a “The Sartorialist”: lo stile viene sempre prima di tutto, soprattutto dei “fenomeni da baraccone”;
Eleonora Carisi
thesartorialist.com
- Evitare il “total look” in onore dello/a stilista che ci ha invitate. Basterà solo un capo od accessorio. L’effetto che potremmo ottenere non quello di garantirci l’invito al prossimo evento, ma, unicamente, un’aria da “testimonial low cost”;
Elisabetta Canalis
- E’ vero che “se bella vuoi apparire devi soffrire”, ma MFW è una giungla. Scarpe che sfiorano le leggi gravitazionali non ci renderanno  “sofisticate” ma goffe e sgraziate;

google images
- Evitare di farsi fotografare come se fossimo all’interno di una sfilata dove si percepisce che evidentemente non avevamo l’invito e /o non ci hanno fatto entrare;

Tavi Gevinson e Alexa Chung
- Meglio sempre la metropolitana o la bicicletta per spostarsi con rapidità. Non vi darà certo un tono da Blogger di “serie B” ma di una persona che sa come muoversi ed al passo con i tempi;

The tweed run per The Wool Lab
Pitti, giugno 2011
- Non è mai un bel ritorno di immagine quello di rimanere in fila per recuperare un invito e/o pass per entrare ad una sfilata, questo sì, fa l’effetto indesiderato da  “Blogger di serie B” (vedi punto precedente);
fashionology.com

 

- Trattare di moda e delle sfilate non vuol dire dimenticarsi la lingua italiana, con le sue regole morfosintattiche e i suoi sinonimi;
google images
- Essere educati e carini con gli Uffici Stampa, non vuol dire fare i ruffiani.
google images
- Adottare un atteggiamenti  “snob” con gli Uffici Stampa non ci renderà più popolari ma solo compatite;
google images

 

- Liberiamoci definitivamente dalla sindrome da “prezzemolino”: a volte è più strategico non esserci.
vogue.it
Cosa ne pensate? Dimenticato qualcosa?
appuntamento la prossima settimana per i consigli per affrontare elegantemente la “carriera” da Blogger,  qualsiasi sia l’oggetto che abbiamo prescelto.
 
 
Follow Non si dice piacere - La moda passa, lo stile resta

 

Latest Comments
  1. Antonsesfemmina
  2. Anonymous
  3. Antonsesfemmina
  4. Anonymous

Post A Comment

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *