FUMARE

Quella fra fumatori, ex fumatori e non fumatori è una vera e propria lotta senza esclusione di colpi,  in pieno stile “Giochi senza Frontiere”.
 
Giochi senza frontiere, 1994
 
 
La tolleranza, il rispetto e l’attenzione verso chiunque non sia della nostra “fazione” molto spesso, purtroppo, viene meno. 

 
 
Midnight in Paris, 2011
 
 
Un tempo l’etichetta su basava unicamente sul fastidio che si poteva recare con il fumo alle persone che ci circondavano ma oggi, con la consapevolezza dei danni del fumo passivo, l’ “evoluzione della specie” ha avuto inizio. 

 
Audrey Hepburn
 
 
Sorvolando su ovvietà (che spesso tuttavia non lo sono), sulla nocività che il fumo può recare, sul costo superfluo che ha e così via, ecco una breve guida per sopravvivere sia da fumatore che non.
 
 
Patty e Selma
The Simpson
 
 
Se siamo FUMATORI meglio evitare di:


– fumare per strada senza aver cura di chi ci sta attorno, soprattutto la mattina alle sette;
 
 
La Dolce Vita, 1960


– disseminare, come Pollicino, mozziconi qua e la! (meglio dotarsi di fazzoletti  o stagnola ed aspettare il primo cestino);
 

– controllarsi per fare un piacere alla mamma, al medico, al fidanzato di turno: dobbiamo farlo per noi stessi; 

 
Brigitte Bardot
 
 
– accendersi la sigaretta senza chiedere “il permesso” alla padrona di casa e/o a chi ci circonda. Anche se siamo in luoghi aperti (venticelli, refoli d’aria esistono anche se noi facciamo finta di no); 

 
 
Malena, 2000
 
 
– alzarsi durante le cene per andare a fumare, magari abbandonando e ghettizzando il non fumatore  al tavolo da solo;  

 
Sex and the City

 

 
– attendiamo qualche minuto prima di rientrare dopo aver fumato. L’odore acre del fumo è alquanto sgradevole, anche per i fumatori;

 


Marilyn Monroe e James Dean

 

 
 
– approfittare del garbo della persona a cui chiediamo se possiamo fumare, consapevoli del fatto che non ci dirà mai di no; 

 
La finestra sul cortile, 1954

– chiudersi nei bagni dei treni (tanto  non se ne accorge nessuno) o qualsiasi bagno sperando di “farla franca”; 


Kate Moss

 

 
 
– cafonissimo farsi beffe delle norme societarie infrangendole ed  assumendo un atteggiamento da supereroe; 

 
Alexa Chung
 
 
– non munirsi di mentine/cicche/ deodoranti per alito  soprattutto se  condividiamo l’ufficio con qualcuno; 

 
mymodernmet.com
 
 
– se invitati a casa di altre persone, non si fuma mai a tavola a meno che il cameriere non porti i posaceneri (rigorosamente mai prima del dolce);


Liz Tayor
 
– sigaro e pipa sono vietati fuori dalle propria mura domestiche, a meno che non ne dia esempio il padrone di casa;
 
sfiziesfarzimoda.blogspot.it
 
 
– Seminare cenere della sigaretta o, peggio ancora, il mozzicone nel piattino del caffè, in bicchieri e su qualsiasi stoviglia: accertarsi sempre che ci sia un posacenere prima di accendere la sigaretta (non vale nemmeno seminare cenere nel vaso portafiori nella speranza che la padrona di casa non se ne accorga);
 
 
Casa di Inès  de la Fressange
arstcrylique.com

 

 
 
– di parlare con la sigaretta in bocca anche se viviamo nell’illusione di assomigliare a James Dean
 
 
James Dean
 
 
(Ho volutamente sorvolato “sull’ abc “ del vivere civilmente evitando di sottolineare di non fumare in presenza di donne incinte, bimbi … mi auguro che non ce ne sia bisogno)
 

 

 

Se siamo EX FUMATORI o NON FUMATORI


 
– autoinvestirsi da paladino di una crociata persa in partenza: smettere di fumare è un fatto personale, legato a percorsi di stima e volontà profondamente personale;



The Beatles



– simulare una forte tosse recata dal fumo passivo in mezzo ad un parco da 80 ettari;
 
Alice nel Paese delle Meraviglie, 1951
 
 
– avere una tolleranza pari a zero in tutte le situazioni: anche con l’amica che fuma tre sigarette durante una cena in cui nevroticamente ti confida un dramma amoroso in corso;


 


google images




– assillare il prossimo con suggerimenti su come smettere di fumare. E’ un percorso interiore, che deve essere vissuto in base alla persona e al livello di tabagismo (per alcuni vanno bene processi graduali, per altri netti etc);


Coco Avant Chanel, 2009

 

 



 
Cosa ne pensate? Dimenticato qualcosa?

31 comments

  1. Sono una non fumatrice (mai toccata una sigaretta neanche per provare) e non mi interessa fare una crociata contro il fumo.
    Quello che più mi interessa (e che più mi dà fastidio) è quando buttano le cicche per terra incuranti che stanno inquinando.
    E quando lo dico sparano cose come: "Ma guarda quante sigarette in giro." oppure "Tante c'è chi pulisce." oppure &

  2. Concordo, concordo!!!
    A proposito di fumatori che infrangono le regole, il mese scorso ero in aereo su un volo per Francoforte di Lufthansa ( quindi hostes super tedesca!) ero seduta nell'ultimissima fila e sul lato opposto del corridoio c'era seduto un ragazzo, credo inglese. Prima della partenza va in bagno, la hostes comuncia a bussare nervosamente dicendogli che l'aveva

  3. IRENE che soddisfazione per una volta vedere rispettate le regole!

    Sono d'accordo con Alma, io non fumo e non cerco di convinvere nessuno a smettere, ma mi da fastido la maleducazione dei fumatori che se non altro grazie alla legge ora è un problema minore. Ma riguardo al fumo all'aria aperta a volte uscendo da locali o dai supermercati vengo investita da una nube tossica, ma

  4. Mai fumato in vita mia e per fortuna nessuno che fumi in casa mia o dei miei parenti più stretti quindi è molto difficile che subisca il fumo passivo … però ho letto molto attentamente (come sempre) il post e sono d'accordo su tutta la linea anche se ammetto che a volte mi capita di tossire vistosamente quando mi fumano addosso!:-) Detto ciò volevo suggerire a chi fuma che esiste un

  5. Io non fumo e fortunatamente in famiglia chi fumava ha smesso da tempo. Ti dico la verità, non sono mai stata una "tolleranza zero" con gli amici fumatori, forse perchè sono anche stata fortunata da conoscere gente educata sull'argomento. Chi proprio non mi va giù sono i ribelli (senza causa) del fumo, come dici tu, chi sfida le leggi e le regole con fare da spaccone. Non li

  6. Io sono figlia di un fumatore appassionato a sua figlio di un grandissimo fumatore ke poi è morto di tumore ai polmoni… ke dire… è una dipendenza ed io, anke se non fumo attivamente, mi prendo parecchio fumo passivo (inutile stare a raccontare episodi e lamentele varie)… meno male ke lavora fuori e c'è poco in casa!!

  7. Sempre dei post interessanti e che trattano temi importanti ma con un tono simpatico.
    Io non fumo, mi è indifferente se qualcuno fuma vicino a me (generalmente mi sposto) l'unica cosa che posso commentare è che vedo la mia collega che ogni giorno va a fumare ogni 5 minuti: ha 45 anni e ne dimostra 60, ha le unghie grigie/verdi, ha sempre una fiatella non decisamente profumata (non le

  8. Non sono una fumatrice, ma non mi dà fastidio il fumo lo evito solo per un fattore salutistico e poi odio i denti gialli che il fumo provoca. Però una sigaretta a volte è molto affascinante.

    Baci Marcella

  9. bel post!!!! io fumo ma sto sempre molto attenta a chi ho intorno e durante una cena nn fumo mai! a casa men che meno! ma credo di essere anomala rispetto ad altri fumatori, mi da fastidio l odore del fumo! vero anche che il max che fumo sono 5 sigarette al giorno forse dovrei smettere ;)))
    post cmq utilissimo!!!!
    un bacione
    http://www.pursesinthekitchen.com
    ps grande la hostess

  10. Evviva, un nuovo post! Stavo per avere una crisi d'astinenza, ah ah ah

    Per fortuna sia io che mio marito non abbiamo mai fumato, quindi siamo stati felicissimi della legge contro il fumo nei locali pubblici.
    Adesso speriamo solo che il nostro esempio sia seguito da nostro figlio, che si affaccia all'età della (possibile) prima sigaretta: speriamo non si faccia trascinare

  11. Sono un ex-fumatrice da appena 6 mesi.Non buttavo le cicche in terra,in spiaggia le mettevo tutte insieme e a fine giornata via nel cestino,le mie sigarette preferite erano quelle in solitudine,così non danneggiavo e disturbavo nessuno,e quelle in compagnia di altri fumatori!Ma ne fumavo poche…5/7 al massimo in giornate si
    Ma in effetti in questo post ci sono dei consigli molto

  12. che sfigato il tipo sull'aereo!! io lo ammetto, ero uno dei tolleranti zero, ma solo perche' ai tempi la legge consentiva ancora di fumare nei locali pubblici, e non potevi azzardarti a obiettare perche' passavi per il bacchettone che non sa godersi i piaceri della vita!

  13. Mai fumata una sigaretta in vita mia e ho festeggiato tipo samba brasiliana quando hanno vietato il fumo all'interno dei locali.
    Svegliarsi al sabato e alla domenica mattina e non dover annusare vestiti puzzolenti è stata una liberazione!

  14. Pretenderò troppo, ma oltre a odiare chi fuma vicino a me, odio anche tutti coloro che sembrano delle sigarette viventi, fumano talmente tanto che se gli stai vicino e come se fumassi un pacco di sigarette!

    Xoxo

    G.

  15. Io non ho mai fumato ma ho sempre vissuto con fumatori, il che probabilmente mi ha fatto detestare il fumo.
    Ora i miei genitori non fumano più e adoro svegliarmi e non sentir la puzza della prima sigaretta di mio papà!!!
    Ci sono ancora tanti, tanti, incivili che fumano con noncuranza… speriamo passino tutti di qui a leggere =) =)

  16. Parlo da fumatrice e son stata piacevolmente sorpresa nel vedere che inconsciamente osservo tutte le buone maniere da te scritte, evito di accendere la sigaretta se vedo un bambino vicino a me e se ce l'ho già accesa cerco di spostarla il più possibile e chiedo sempre il permesso anche se sono a casa di amici che conosco da sempre! Poi finalmente qualcuno che se la prende anche con le cattive

  17. Ormai a fumare sono rimasti in pochi, mi sembra..ma quei pochi ti danno del filo da torcere! Quante volte per strada ho rischiato bruciature su cappotti o vestiti, se non mi fossi accorta, all'ultimo secondo, di essere maleducatamente sfiorata da tabagisti distratti o prepotentiUna fan di mezza eta'

  18. Sono una fumatrice più che occasionale quindi sono abbastanza imparziale (spero!)
    Diciamo che di fumatori maleducati ce ne sono tantissimi e dovrebbero invece cercare di mantenere un comportamento civile! Però odio anche questa specie di "caccia alle streghe" per cui un fumatore viene guardato malissimo e messo "in quarantena" dentro quelle gabbie vetrate zone fumatori

  19. Se il vizio di qualcuno è fastidio per un altro è chiaro che il vizio deve essere perpetrato solo dove non c'è l'altro. Fumare in pubblico, all'aperto o al chiuso dove consentito, è dare fastidio agli altri. Pertanto il buonsenso, l'educazione e l'essere civili chiedono che lo si faccia solo a casa propria.
    Fumatori: dove ci sono altre altre persone, anche all'aperto,

  20. Mi fa ridere vedere i gruppetti di fumatori che, con qualsiasi tempo ed in ogni stagione, stazionano all'esterno di negozi, bar, uffici pur di fumare. Mah…
    Giulia

  21. Ciao!!! Volevo ringraziarti per aver lasciato un commento sul mio blog, soprattutto perchè ora ho scoperto il tuo! Questo post è molto bello!! Io condivido in pieno tutte le regole da rispettare soprattutto per i fumatori.. il classico fumatore è molto maleducato: getta le cicche a terra, fuma senza preoccuparsi minimamente se qualcuno intorno a lui può essere infastidito dalla cosa, ma

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *