FRASI SCONVENIENTI – CAPITOLO III

Il segreto per evitare situazioni imbarazzanti, ghettizzazioni sociali, lettere scarlatte sul petto come persone sgradevoli è sicuramente applicare alla lettera “nel dubbio, meglio tacere”.
 
misscicisays.blogspot.it
Terzo capitolo di spunti, appunti o divagazioni sull’ostico tema delle parole fuori luogo. Sia che queste siano domande dirette, che frasi generiche . 

google images
 
-  Per la serie “come rovinare l’atmosfera in due minuti”… Evitare SEMPRE, quando qualcuno inizia a raccontare una barzelletta, di esclamare” ah, la conosco ah ah ah, divertentissima”. Anche il comico più affermato potrebbe riscontrare qualche difficoltà….; 

 
 
Silvio Berlusconi
- Maliziose si, maligne mai;
 
Gossip Girl
 
- Non usare, soprattutto impropriamente, frasi in inglese per darsi un tono “giovane” e “di mondo”. A meno che non vogliamo ricoprirci di ridicolo pubblicamente; 

1995
 
 
- Non dilungarsi troppo sui propri acciacchi: per  l’effetto osmosi dopo 5 minuti di lagna, chi ci ascolta sarà depresso. E’ scientificamente provato;
google images
 
- Non usare espressioni sconce solo per sentirsi spigliate  ed emancipate. Sembreremo solo delle debuttanti alla loro prima uscita; 

 
 
Pierino colpisce ancora, 1982
 
- Non descrivere i propri sogni, magari chiedendo al prossimo una sua interpretazione o, se di origine napoletana, i numeri da giocare. L’effetto di quando gli stranieri  dicono “Italiani? Pizza – Mafia – Mandolino!” è assicurato;

 

 
La Zingara (la luna nera) – 1996 -2000
 
 
- Se una donna vi chiede come le sta una cosa , rispondere sempre “bene” ma con decisione. Un minimo cenno d’indecisione potrebbe costarle ore di psicoanalisi / palestra / seduta davanti allo specchio; 

 
Biancaneve e i Sette Nani, 1937
 
 
- [PER LUI ] Chiedere dopo il primo appuntamento “ti è piaciuto?” “sei stata bene?”. La vera domanda da porsi è: “mi risponderebbe mai che è stata male?”. Il suo atteggiamento nei giorni successivi sarà sicuramente più eloquente e veritiero 

 
Beverly Hills 90210, 1990 – 2000
 
- [PER LEI ] Chiedere dopo il primo appuntamento: “mi chiami domani?” “quando ci vediamo?”. Il mistero aiuta, come l’attesa. Ma “Sex and the City “non ci ha insegnato nulla? 

 
Sex and the City
theartssexandthecity.tumblr
 
 
- Chiedere con una tipica “faccia da schiaffi” di imbucare qualcuno a casa di amici. Magari facendo i brillanti con un “si può aggiungere un posto a tavola, vero?”. Se è impossibile evitare questa situazione, per lo meno bisogna aver la compiacenza di avvisare prima. Sempre. Nessuna scusa vale per una mancata telefonata; 

 
Una vita difficile, 1961
- Chiedere a chi risponde ad un telefono fisso “Lei chi è?”  con tono da mancato agente della CIA. Si dice buongiorno/buona sera (il saluto difficilmente si nega a qualcuno), il proprio nome e poi si chiede della persona che stiamo cercando. Tale prassi non ci farà perdere tempo né farà perdere le staffe al prossimo; 

 
 
La Pantera Rosa sfida l’ispettore Clouseau, 1976
- “Baci e abbracci” vanno mandati solo ad amici, parenti, fidanzati. Non si distribuiscono  “urbi et orbi” congedandosi al telefono; 

 
 
 
 
- Inventare scuse plausibili per i ritardi. La verità premia sempre. In caso di forza maggiore puntare sulla “omissione della verità” più semplice e credibile; 

 
fredflare.com
 
- Non perdere occasione di far sapere al mondo la meta per le nostre vacanze, soprattutto se queste sono blasonate. Un “mare” o una “montagna” generica sono più eleganti ed esaustivi(a domanda specifica dobbiamo tuttavia rispondere); 

biancoenerorimmel.blogspot.it
 
 
- Non interrompere a vanvera chi sta parlando: l’effetto pupa e secchione è quotato alla Snai 10 a 1. 

 
 
Francesca Cipriani
La Pupa e il Secchione,  2010
 
 
Vi viene in mente altro?

Latest Comments
  1. Why
  2. Eva
  3. emy
  4. ely
  5. Ady
  6. Bri

Post A Comment

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *