FINGER FOOD

Così sono stati ribattezzati i nostrani “stuzzichini” o “piccoli aperitivi”.
panini happy

 

Sono cibi veloci e molto apprezzati da chi organizza “cocktail party”. Sono pratici, semplici e permettono di evitare lo spauracchio del buffet e dei suoi estimatori.
google images

Per non parlare del fatto che è un modo strategico di ottimizzare spazi, persone e, spesso, anche il “budget” soddisfacendo allo stesso tempo l’occhio. Ciotoline, “mise en place” accattivanti, rendono irresistibili  questi stuzzichini degni del mondo di Lilliput.

google images

 

Anche per il “Finger Food” esistono  piccole “regole” per sopravvivere con buon gusto:
- non arraffare
Gossip Girl
- non accumulare sul tuo tovagliolino troppe miniporzioni (sembrereste a digiuno da settimane e maldestri per il cibo caduto accidentalmente)
google images

 

- consumare la mini porzione in un sol boccone, così da evitare di sporcarsi ed “imbrattare”
vestiti-cose-persone intorno a noi

I ragazzi della III C – 1987/1989

 

- tenere il tovagliolino con la destra e sfruttare la sinistra per i bocconcini (così da non avere la mano destra “sporca” o “al curry”, pronta quindi per essere stretta per nuove conoscenze)
google images
- dopo la sigaretta, se si è tabagisti, meglio trattenersi qualche minuto in più all’aria aperta così da far “dissolvere” la nube tossica
google images
Dimeticato qualcosa?
Latest Comments
  1. Anonymous
  2. S
    • Anonymous
  3. Anonymous
  4. Eva
  5. Anonymous

Post A Comment

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *