DETTAGLI DI STILE – LA BICICLETTA

Gli accessori sono per antonomasia il dettaglio che può caratterizzare e personalizzare maggiormente la nostra immagine.

Cary Grant e Grace Kelly, 1955
Immediato può essere l’esempio dell’eterno tubino nero (link) che varia da persona a persona (ma anche da contesto a  contesto) grazia alla borsa, alle scarpe e/o al gioiello che si è deciso di abbinare.
 
 
google images
Se per una donna diventa facile e divertente giocare,  vista la pluralità di oggetti con  cui sbizzarrirsi, l’uomo è meno fortunato.
 
 
Cate Blanchett, photo by Annie Leibovitz
 
Oltre ai classici dettagli come, ad esempio cravatta e calzini, l’ultima “frontiera” è la bicicletta.
 
Raoul Bova photo by Uli Weber
Le “due ruote”, sono, infatti, un accessorio imprescindibile,  sia in città che fuori. 
Un dettaglio che è in grado di fornire alla nostra immagine quel “certo non so che” da renderlo unico e da imitare.
 
 
Sapore di Mare, 1983
 
La patina elegante è data sia dal palese rispetto nei confronti dell’ambiente e delle sue risorse, che dal controllo sulle spese inutili (sperperare non è mai un gesto di “classe”).
Carlo, principe di Galles
Il modello prescelto rispecchierà il nostro carattere e,  perchè no, la nostra indole: 
 
 
Democratico (grazie all’utilizzo del servizio di noleggio)
Bike Mi, Milano
Sportivo
photo by Peter Naylor
“Amarcord”
Sabrina, 1954
Tecnico-pratico
Lisa Simpson
Ironico
fashionalgeographic.blogspot.it
Modaiolo
Chanel
Qualsiasi sia la bicicletta su cui è ricaduta la nostra scelta, fondamentale è la pratica diligente delle norme del codice della strada e delle buone maniere (clicca qui per il GALATEO CICLISTI)
vogue.it
L’idea di questo post nasce dall’evento di stasera per il salone del mobile, organizzato e realizzato nel negozio di Brian & Barry di via Durini a Milano dove verrà presentata in anteprima mondiale la nuova bicicletta da corsa in fibra di carbonio Impec Automobili Lamborghini, realizzata dal  costruttore svizzero di biciclette BMC. 
 
Impec Automobili Lamborghini, photo by BMC
 
Una vera “perla” per i cultori delle due ruote ed un dettaglio a dir poco sfizioso per i più modaioli.
Come ad ogni inaugurazione e/o festa della moda (link),  meglio non optare per un “total look “ della casa che ci ha invitati. Meglio sfoggiare un solo pezzo: risulteremo così meno “testimonial” e più “sincere”.
 
Zeppe, Brian & Barry
 
Il Salone del Mobile è caretterizzato da milioni di appuntamenti: meglio scegliere un look comodo e pratico, come, ad esempio:
Zeppe, Brian & Barry
Cintura, Hermès
T shirt, H&M
Trench, Trussardi 1911
Pantalone, Brian & Barry
Cosa ne pensate?
 
Voi come vi vestirete per il Salone del Mobile? 
 
La bicicletta sarà vostra fedele alleate e dettaglio di stile?
 

35 comments

  1. Finalmente con il sole posso sfrecciare a bordo della mia bici!!!!
    Il mondo è un altra cosa visto da una bicicletta, quindi sono d'accordo con te su tutta la linea 🙂

    eli
    eli-a-porter.blogspot.com

  2. Uh! Che bello questo post! Beh…alla bici sto pensando da un po' (avevo fatto un post qualche settimana fa!) quello che mi frena soprattutto è la maleducazione e il pericolo in strada da parte di scooteristi e auto, purtroppo da me sono in netta maggioranza, di bici se ne cominciano a vedere un po' ma anche il sali&scendi continuo che caratterizza la mia città non incoraggia molto!

  3. Consiglio la bici a tutti: a me funziona anche da antidepressivo…davvero! Bello il look per gli eventi, come al solito, d'accordo su tutto.
    Giulia

  4. Uso poco la bici, tranne per delle passeggiate in posti che non conosco. La versione griffata di Chanel mi mancava.
    Al salone del mobile ci andrei anche solo per vedere le novità di design, pure in pigiama!

    Baci

  5. Che piacevole sorpresa, stamani, leggendo il nuovo post, trovare citato un negozio milanese da me frequentato abitualmente!!!Trovare poi ambientata, tra i capi in vendita, la presentazione di questa nuova, bellissima bici, la giudico un'ottima idea!!!
    Una fan di mezza eta'

  6. Ho già raccontato in un post dello "strano" rapporto con la mia bici: del fatto che le ho dato un nome, che le parlo accarezzandole il manubrio e che sono convinta soffra della sindrome di Stoccolma dopo essere stata rapita da un bruto e ritrovata dalla sottoscritta!
    Quindi, prima di indurre chiunque legga questo commento a chiamare il Centro di Igiene Mentale, ti dico

  7. Con l'arrivo della bella stagione un po di voglia di prendere la bici viene anche a me…Ma preferisco sempre i miei pattini in linea!
    Si possono considerare un'accessorio glamour?

  8. magari potessi andare al lavoro in bicicletta!io ne ho una vecchissima che non voglio assolutamente cambiare,la sistemo regolarmente, ho messo un bel cestino e quest'anno cambierò la sella!mi costa meno prenderla nuova, ma ci sono affezionata

  9. Che belline queste bici! Per quanto riguarda le novità.. non so se ti ricordi il blog com'era prima, ma è cambiato notevolmente: a partire dal nome! 😉

    In ogni caso, a breve finirò di sistemarlo!

    TrendHub
    trend-hub.blogspot.com

  10. Che bello andare in bici, anche in citta'! Bellissime foto, soprattutto quella delle zeppe…Anche perche' sono uguali alle mie! Oltretutto neanche care nel prezzo!
    Giovanna

  11. Simpaticissimo questo post, è bello usare la bicicletta, non inquina ed è deliziosamente retrò, inoltre è economica, cosa che non guasta in tempi di crisi. Un episodio sulla bicicletta: i calciatori del Grande Torino spesso andavano alla partita in bici, dando lezione di grande stile…figuriamoci ora il Balotelli della situazione…inorridirebbe all'idea

  12. Ah la bici, che oggetto incredibilmente romantico e senza tempo… Da quando sono tornata dalla Danimarca, non penso ad altro che a quei meravigliosi cestini intrecciati a mano con i fiori tutt'intorno. Che delicatezza. Pensa che ho appena finito di restaurare una vecchia bianchi classica di mia mamma e per renderla più vintage ho colorato anche le gomme. Ora sto pensando al kit in cuoio di

  13. Io ti dico solo che ho tentato di resuscitare la vecchia bicicletta rotta di mio fratello tanta era la voglia di farmi una bella pedalata ma purtroppo con scarso successo: rotta era e rotta rimane…

    Il Salone del Mobile è troppo lontano da me (ahimè) quindi non posso che immaginare come mi vestirei… 🙁

    Buon fine settimana, a presto! 😀

  14. Ah non mi parlare del Salone del Mobile! Ah colpa degli esami che incombono solo rinchiusa a casa a studiare!
    Ah sai che non so più andare in bicicletta! Sembra incredibile!
    Dovrò fare qualcosa per ricominciare a pedalare!:)

  15. non c'è niente di più elegante di una graziella con cestino.

    purtroppo non ce l'ho.

    e non posso usarla per andare in giro a milano perchè abito poco fuori e avrei le gambe di coppi.
    sgrunt!

    XD

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *