DECLINARE UN INVITO

Le bugie non sono mai eleganti.
E quelle a “fin di bene” sono in realtà un falso mito. Hanno durata breve e spesso feriscono, con il senno di poi, più della verità.

 

 
Bugiardo Bugiardo, 1997
Un conto è mentire, un conto è omettere.
Ma la verità ripaga, sempre (e aiuta ad evitare figuracce o “gaffe”). 

 
Pinocchio, 1940
Per quanto concerne gli inviti, meglio non inventarsi scuse poco plausibili.
La legge di Murphy ha i suoi fondamenti: le probabilità che ci fingiamo malati e di beccare per strada chi ci ha invitati è altissima. 

 
Incontri ravvicinati del terzo tipo, 1977
 
 
Un po’ come quando si “bigiava” a scuola: era scientificamente provato che avremmo incontrato un amico dei nostri genitori.
Anche nelle zone più sperdute e dimenticate della città. 

 
La dolce vita, 1960
Meglio quindi non affannarsi a ricordare con precisione scuse e bugie ed essere sinceri. 

 
Smythson
Ecco alcuni suggerimenti per muoversi elegantemente nella giungla degli inviti e declinarli al meglio: 

 
– Se  sappiamo che non andremo MAI ad un evento, perché indugiare? Non rattristiamo  la persona che ci invita lasciandolo in sospeso per un po’… Lo agevoleremo, anzi, nell’organizzazione e nel gestire meglio le persone “in panchina” da invitare; 

 
google images
 
 
– Essere diretti (che non vuol dire necessariamente essere ruvidi). Meglio non ricorrere a scuse poco plausibili o a giri di parole dall’alto tasso di colesterolo: non addolciscono ma innervosiscono; 

 
google images
 
 
– Ricordiamoci che non siamo obbligati a giustificarci. Non siamo a scuola. 

 
South Park
 
 
– Un regalo, soprattutto se è in occasione di un evento importante come un matrimonio o una laurea, va fatto sempre se si riceve un invito. Altrimenti basta un pensiero simbolico, come ad esempio, dei fiori e un biglietto. 

 
google images
 
 
– Decessi, malattie improvvise, problemi di lavoro, oltre ad essere delle vere e proprie “gufate” sono spesso poco credibili. Soprattutto se la prozia d’America è già passata a miglior vita quattro volte nell’ultimo anno… 

google images
 
 
 
Voi come e quando declinate gli inviti?
 

56 comments

  1. Una volta mi facevo più problemi. Non sapevo mai come dire che non sarei andata a quell'evento neanche morta! Poi ho capito che è inutile mentire e indugiare: basta davvero essere sinceri! Se la persona che ci ha invitati è abbastanza matura capirà, altrimenti peggio per lei..

    E così con un semplice "no, guarda..non è il mio genere" riesco tante volte a salvare le mie

  2. Una volta mi facevo più problemi. Non sapevo mai come dire che non sarei andata a quell'evento neanche morta! Poi ho capito che è inutile mentire e indugiare: basta davvero essere sinceri! Se la persona che ci ha invitati è abbastanza matura capirà, altrimenti peggio per lei..

    E così con un semplice "no, guarda..non è il mio genere" riesco tante volte a salvare le mie

  3. Io ci sto lavorando da qualche tempo, e ogni volta che riesco a dire "No" senza sentirmi in colpa e senza inventarmi scuse mi sento leggeeeera.

    Poi ci sono persone che a sentirsi dire "No" si arrabbiano; e sto imparando che quelle persone vanno piano piano eliminate dalla lista delle persone che vogliono frequentare.

    Peggio per loro, appunto!

  4. Io da bambino odiavo i miei quando mi costringevano a dire le "bugie diplomatiche" : lo trovavo terribilmente ipocrita, e difatti ogni volta li sputtanavo XD

    Normalmente declino gli inviti quando o si tratta di eventi costosi che sento non valgono la spesa, oppure di serate in compagnia di persone con le quali mi sento a disagio. E la sincerita' e' sempre la strada

  5. Guarda..il tuo post è meraviglioso. Ma le persone non lo sono allo stesso modo, purtroppo..
    Dunque, con tutta la sincerità possibile e immaginabile, che sempre cerco di usare, in risposta ricevo sempre e solo musi offesi.
    E allora? Giù balle a manetta. Ma di quelle che non mi sforzo neanche più di far risultare vere.
    Vogliono ipocrisia? Eccola!

  6. Guarda..il tuo post è meraviglioso. Ma le persone non lo sono allo stesso modo, purtroppo..
    Dunque, con tutta la sincerità possibile e immaginabile, che sempre cerco di usare, in risposta ricevo sempre e solo musi offesi.
    E allora? Giù balle a manetta. Ma di quelle che non mi sforzo neanche più di far risultare vere.
    Vogliono ipocrisia? Eccola!

  7. In effetti non riusciamo a dire no grazie e qualche bugia – bianca ovviamente – la raccontiamo. E no grazie sia …… da oggi in poi….

    xo Lelli, italian fashion family

  8. Sinceramente anche a me è capitato di dire qualche bugia. Ma con le persone con cui ho confidenza dico sempre la verità. Se una cosa non mi va lo dico, e dico anche il perchè. Difficilmente qualcuno si offende e la cosa è ovviamente reciproca.

  9. Ho imparato a dire gentilmente la verità, soprattutto perché oca come sono, va a finire che poi la verità viene a galla e la figura è doppia.
    In più se dico "beh, forse la prossima volta" si innesca un gioco di continui rimandi dove scusa chiama scusa, e non è più finita. Meglio dire "no, grazie!" e finirla lì!

  10. Fantastico questo post. Io sono una schiappa a inventare bugie per declinare inviti. In genere propendevo per malattie o precedenti inviti, però ultimamente o accetto (preferendolo all'idea di dover lambiccarmi il cervello) oppure quando è possibile uso come scudo umano il mio fidanzato, i suoi impegni e la sua franchezza non ruvida nel declinare gli inviti.

  11. Verissimo!!Non siamo piu' a scuola dove serve giustificarsi!!Questo si che me lo devo ricordare!!!
    Come declino!?!?Di solito avendo una famiglia numerosa mi invento un compleanno di qualche membro!!

  12. Purtroppo appartengo alla razza di chi non riesce a dire di no senza fornire almeno una giustificazione…e visto il mio sistema immunitario inesistente sono convinta che all'ennesimo "non posso, sono a letto con la febbre", i miei amici mi sfanculeranno pesantemente.
    E forse certi termini potrei evitarli su un blog di buone maniere…sorry! 😉

    Ma sai che mi hai dato

  13. Allora, è vero, certe volte declinare un invito è un pochino difficile. E spesso ci si aggrappa a delle "innocenti" bugie per non ferire chi ci ha invitato. Altre volte, invece, il miglior modo per declinare un invito è dire la verità. Un "A dir la verità, non mi va molto andare lì questa sera" o un "Guarda stasera davvero sono ko e preferisco starmene tranquilla a casa&

  14. a volte è davvero difficile declinare! la maggior parte delle volte son sincera con garbo altre con chi so molto permaloso ometto :)))
    un bacione mia cara!
    :***
    Carola

    vuoi vincere un buono da 80$ x il vestito dei tuoi sogni? clicca qui sotto! 🙂

  15. Io con il declinare gli inviti ho sempre un problema XD ma alla fine me la cavo più con l'omissione di verità che con la bugia, anche perchè come dici tu la probabilità di essere beccati è sempre altissima!! baci

  16. Standing ovation per la menzione della legge di Murphy, mio credo incrollabile ;-)… Quanto alla "certezza" di essere pescati quando si bigia, viene il sospetto che parenti/amici vengano assoldati appositamente per lo spionaggio 3:-)… Io, in ogni caso, quando declino un invito, lo faccio per impegno precedentemente preso o per studiare. So d'essere squallida, ma è proprio così…

  17. Io vengo sempre invitata al compleanno della figlia di una mia amica, che non capisce che non mi interessa. Devo sempre inventarmi una scusa… è inevitabile.

    Buon mercoledì!

  18. Sarò strana ma dico più spesso la verità che bugie… QUando non volevo andare a scuoia lo dicevo chiaro e tondo e mia madre accettava, quando non ho voglia di uscire con qualche amico lo dico e loro capiscono (lo stesso avviene al contrario ovvio). Raramente ho detto bugie in questo senso ma nel caso in cui accada sono molto brava ad evitare che lo scopra qualcuno! ^.^
    Lenù

  19. Ho imparato a dire di 'no' subito se so già che non voglio andarci, senza dire 'si' o 'forse' o 'ti farò sapere' per poi cercare una scusa in seguito. Un semplice 'mi dispiace ma non posso' é un messaggio chiaro e la maggior parte delle volte gli altri non indagano oltre 😉

  20. ciao carissima ,

    arrivare a dire la verità nel giusto modo è stato un percorso in salita ..
    una bugia "bianca" qualche volta è più facile da raccontare , ma riuscire ad affrontare le situazioni nel giusto modo da una grande soddisfazione.

    ave

  21. mento lo ammetto, ma sono stato sincero e diretto e o visto che la maggior parte delle persone preferiscono sentire una bugia, non poso venire perchè lavoro quel giorno viene intepretato come bugia anche quando è vero

  22. Ciao cara, onestamente prima mi facevo sempre mille problemi, poi ho smesso. Adesso dico le cose come stanno e magari la volta successiva, per "farmi perdonare", chiamo ed organizzo io. Si cresce, si matura anche in questo.

    Un bacio e grazie per visita e commento 🙂

  23. Dopo svariate figuracce in passato, adesso sono approdata alla semplice verità. Con una certa soddisfazione declino inviti in maniera decisa… un no garbato è la scelta migliore.

  24. Se l’invito parte dal figlio del direttore dove lavori ? Non basta il più delle volte a dire semplicemente no.. e non saprei trovare altre risposte se non semplicemente dire ….non posso venire , ma poi ti chiedono perché ..io non sono brava a declinare la domanda facendo finta di nulla …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *