“CIABATTARE”

A volte si ha la netta sensazione che alcune parole dovrebbero essere inventate.
Per fortuna, qualcuno ci ha pensato prima di noi.

katie-has-unicorn-blood

 

I vantaggi di utilizzare una lingua non “morta” è che,
Accademia dei Lincei permettendo, se ne possono coniare sempre di nuove. 

Audrey Hepburn
Come ad esempio, “ciabattare”,  inserito nello Zingarelli come parola onomatopeica, espressione di un atteggiamento sgraziato, poco elegante e sciatto tipico delle stagioni calde. 

google images
Chi non si è mai innervosito al quel “clap clap”, scagli la prima pietra.
L’estate, è risaputo, è in grado di risvegliare il tamarro che è in noi.
Ma ciò non giustifica plotoni di persone in giro per la città in ciabatte e infradito.



Travolti da un’insolito destino nell’azzurro mare d’agosto, 1974

 

La voglia di mare e spiaggia è comprensibile,
ma fermiamo questa epidemia dilagante per tutelare sia il nostro udito e i nostri nervi, 
sia i nostri occhi. 

Alexa Chung

 

Inutile aggiungere che, gli stivali non sono scarpe estive
e che noi non siamo surfisti australiani e che quindi sull’asfalto poco servono gli orribili pelosetti (ma tanto cari in inverno) UGG.

Snooki

 

Che la forza e l’eleganza di ballerine, sandali e espadrillas sia con voi per tutta l’estate.
Voi per quale scarpa estiva optate solitamente?


 

 

Latest Comments
  1. emy
  2. Bri

Post A Comment

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *