…CHE "TAGLIA" HAI?

Un vestito deve permetterci di salire in macchina senza mostrare parti del corpo, perizomi e senza rischiare una paralisi. Non è cosa di buon gusto.
Paris Hilton

Chanel ci ha liberate da costrizioni, perché quindi regredire all’inizio del ‘900? Grazie a “Coco” nei nostri armadi, infatti, non sono presenti “corpetti” striminziti, ma vestiti che ci permettono di poter camminare ad ampi passi per la strada od andare in bicicletta. 

Coco Chanel – foto di Richard Avedon

Non ci si deve  obbligare , per “principio”,  ad indossare la taglia “42”,  solo perché al liceo ci stava a pennello. Un abito troppo succinto ci segnerà maggiormente nei “punti critici”, avremo difficoltà a  respirare,  non ci permetterà né di bere un bicchiere di vino, né di mangiare nulla ad un evento. 

Levi’s jeans

Lo stesso discorso vale per gli abiti troppo larghi: un conto è mimetizzare i “rotolini” di grasso, un conto è “ingoffarci”. Potremmo ottenere l’effetto contrario a quello desiderato: non sembreremo filiformi ma donne senza “curve”. 

L’ideale, è abbinare sempre un capo largo con uno stretto: pantalone stretto e maglia morbida o gonna “comoda” con maglietta avvolgente. Bisogna valorizzare i nostri punti di forza! 

Valeria Marini – foto di TGcom
Il discorso vale anche per le scarpe.

Già ci pensano i tacchi alti a farci soffrire, non affatichiamo troppo i piedi con scarpe strette o corte solo perché erano l’ultimo paio ad un prezzo “brutale”. 

 

Cenerentola – Walt Disney 1950

Cerchiamo di voler  bene ai nostri piedi,  ma anche alle nostre scarpe: come Audrey Hepburn insegna, meglio  acquistarle con mezzo numero in più. Un toccasana per i piedi e per la tomaia della scarpa che in questo modo difficilmente si “sformerà”. 

 

Salvatore Ferragamo e Audrey Hepburn
foto di Museo Ferragamo

Certo, lei aveva Salvatore Ferragamo, che gliele faceva su misura con 1/2 numero in più.
Chissà se anche noi un giorno…
Latest Comments
  1. Anonymous
  2. Anonymous
  3. Anonymous
  4. Anonymous

Post A Comment

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *