L’AUTOABBRONZANTE, A SETTEMBRE

Come da copione,
a Milano, il primo giorno di autunno, piove.

 

pioggia-casa-autunno-21-settembre-autoabbronzante-mfw-estate

weheartit.com

 

Come a ricordarci, anche nei fatti,
che l’estate è proprio finita.

 

fine-estate-autunno-abbronzatura-autoabbronzante-la-mer-tan

pinterest.com

 

Un grande “ciao” collettivo a giornate lunghe,
aperitivi post ufficio che durano ore,
uscire senza golf,
vestirsi in un attimo senza valutare
che forse è il caso di vestirsi a strati.

 

estate-autunno-fine-autobbronzante-colore-crema

pinterest.com

 

 

Per non parlare dell’abbronzatura.
Che dopo mesi di duro lavoro
di girarsi e rigirarsi
sul lettino in spiaggia,
svanisce in un attimo.

 

abronzatura-autoabbronzante-settembre-autunno

pinterest.com

 

 

Non potremo avere potere sul cambio del tempo,
ma sul mantenimento della nostra abbronzatura si.

 

we-lost-the-sun-spiaggia-abronzatura-estate-costume-intero-bikini

weheartit.com

 

Basta sfatare i falsi miti sull’abbronzante:
che va usato solo per prepararsi all’estate,
che “macchia”,
che è meglio non utilizzarlo perché poi la nostra
pelle sembra quella dei Simpson.

 

homer-going-swimming-tan-estate-mare-abbronzante-auto-autunno

The Simpson

 

 

Come in tutte le cose basta scegliere il prodotto giusto e
usarlo con moderazione (basta una volta a settimana).

 

autoabbronzante-the-face-and-body-gradual-la-mer-settembre

istagram.com/nonsidicepiacere

 

 

Perché l’autoabbronzante può essere davvero un asso nella manica
per sentirsi l’estate addosso anche nelle altre stagioni.
Senza ricorre a chili di make-up,
senza rischiare la propria pelle sotto le lampade.

 

 

guido-nicheli-vacanze-natale-83-abbronzarsi-tan-autobbronzante

Vacanze di Natale, 1983

 

 

 

Applicate The Face and Body Gradual Tan
nei punti dove l’abbronzatura sta svanendo più velocemente
così da avere una pelle di colore uniforme e ravvivarlo.

 

abbronzante-tan-settembre-quando-metterlo-autunno

weheartit.com

 

 

 

Un’ operazione che dura il tempo di “incremarvi”
(e come sempre non siate frettolose a rivestirvi)
Da ripetere una volta a settimana o più se soffrite della sindrome
“mi vedo bianca” alla Carlo Conti.

L’avete già provato?

 

Latest Comments

Post A Comment

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *