APPELLO ALLA COMODITA’

 

I vestiti non solo ci devono valorizzare, ma anche far star bene insenso lato, non solo estetico.
 

 

Barbie e il suo armadio

 

 

A prescindere dalle controindicazioni fisiche che i vestiti troppo stretti possono darci, un abito non deve essere un modo per “espiare un peccato”.

 

Il mondo orientale, per esempio, in questo caso è decisamente meno miope di quello
occidentale: loro usano, infatti, abiti ampi che non comprimono nulla.

Sari indiano
 
La tecnologia, per fortuna, ci è venuta in “soccorso”, creando tessuti “stretch” e molto elastici.
Meglio quindi:
- pantaloni elasticizzati che seguono i movimenti e ti posso permettere di salire su una macchina sportiva, quindi bassa, senza sembrare ingessata
- vestiti aderenti ma non “a risucchio”
- chiudere la cintura con un buco “in più”, non solo per evitare torture inutili ai nostri organi interni, ma anche per allontanare il pericolo dell’effetto “fianchi ad anfora”.
Litografia ‘800

 

 
Coco Chanel ci ha liberate da bustini, stecche di balena e “vite” strettissime: perché “tornare indietro”?
Latest Comments
  1. Anonymous
  2. Anonymous
  3. Anonymous
  4. Anonymous
  5. E.

Post A Comment

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *