ALTRO CHE MAC GIVER

Le donne sono soggette ad insidie tempestose nel loro quotidiano.


bastardidentro.com

IMMAGINE IN PIU’ PER PAR CONDICIO

superedo.it
Mille ostacoli si celano nel nostro cammino, cercando di farci “cadere” o, meglio ancora, “scivolare” in mancanze di stile ed eleganza.
Mai dire Banzai, 1989
Ma, essendo “multitasking”, superiamo ogni ostacolo, mostrando al mondo sempre una immagine “perfetta” (in superficie)
 
Mac Gyver, 1985/1992
 
SUDORAZIONE “FUORI CONTROLLO”
Non è una questione nè di deodorante, nè di docce: mette a disagio (e più ci pensiamo, più aumenta)
 
theblondesalad.com
su ispirazione di http://lollofashionaffair.blogspot.com/
 
 
Rimedio della Nonna
avere sempre in borsa igienizzante per le mani o salviettine deumidificate. Grazie al minimo contenuto di alcol nella loro composizione, non bruciano, rifrescano ed eliminano i batteri che generano i “cattivi” odori. 
SMALTO “SBECCATO”
Bruttissimo da vedere (anche se, talvolta, è percepibile unicamente ai nostri occhi), causa scatenante di attacchi isterici/nevrotici, tipici del periodo pre- mestruale.
Psyco, 1960

 

Rimedio della Nonna: 
se siamo fan dello smalto, meglio avere sempre con noi i dischetti “leva smalto” imbevuti di acetone. Meglio sempre rimuovere tutto, da entrambe le mani e non improvvisarci artiste del
“ritocco” (che spesso si vede di più)
L’UNGHIA “SCHEGGIATA”
Forse “catastrofe” ben peggiore dello smalto sbeccato. Solitamente, secondo la legge di Murphy, l’incidente non accade mai quando si è a casa, ma ma nel bel mezzo di una riunione e di una serata.
“Coco”, bulldog di casa Beckham (no comment)
Rimedio della Nonna
difficile avere a portata di mano una lima. Nell’emergenza, si può ripiegare sulla striscia abrasiva della scatola dei fiammiferi.
HERPES
Non basta essere costantemente sotto stress, ridurre la nostra vita sociale
drasticamente, causa periodi intensi di studio o lavoro, ci mancava solo lui: l’herpes a mettere, ulteriormente, il dito nella piaga
 
Futurama
Rimedio della Nonna
sulle labbra inumidite, applica mezza aspirina polverizzata.
 
LABBRA SPORCHE DI VINO
I pigmenti del vino rosso, non sono sempre nostri alleati: se poi si asciugano, sono difficilissimi da togliere.
 
Midnight in Paris, 2011
 
Rimedio della Nonna
a parte l’obbligo di prestare attenzione e pulirsi le labbra delicatamente con un tovagliolo, non resta che usare l’esfoliante.
Prendere con “nonchalance” al bar una bustina di zucchero e dirigersi immediatamente in bagno. Versa un po’ di zucchero sul palmo della mano, emulsionare con qualche goccia d’acqua, e massaggiare delicatamente..
Voilà, il gioco è fatto.
 
CAPELLI SPORCHI
Non sempre si ha il tempo di fare uno shampoo. Famiglia, lavoro, cene che non ti fanno tornare nemmeno a casa, talvolta ci è concesso solo il tempo per una doccia e per dormire.
The wrestler, 2008
Il capello “sporco”, destabilizzatore del nostro amor proprio e del buon umore: può essere battuto in un momento.
Rimedio della Nonna
la cipria compatta in borsa, oltre ad avere il potere di opacizzare la pelle, ha la stessa valenza dello shampoo secco.
Tamponare le radici dei capelli con il piumino, frizionare poi con i polpastrelli per distribuire la polvere
 
L’AUTOABBRONZANTE
Magnifica creazione per avere un colorito dorato anche “fuori stagione” senza danneggiare la nostra pelle con le lampade.

Vacanze di Natale, 1983

 

L’inconveniente, sudando, potrebbe essere quello di macchiare le lenzuola, se da poco applicato. Effetto ” sindone” assicurato.

Marilyn Monroe
Rimedio della Nonna
prima di dormire, applicare sulla zona del borotalco, in grado di assorbire e quindi minimizzare il rischio.
 
CALZA SMAGLIATA
Generalmente succede a metà mattina, quando non si ha tempo di trovare “un cambio” e la situazione di disagio ci accompagnerà di sicuro fino a fine giornata.
What woman want, 2000
Rimedio della Nonna
nel cassetto della scrivania, avere sempre un paio di calze di scorta ed uno smalto trasparente.
CAPELLI ELETTRICI
L’effetto punk anni 80, potrebbe non abbandonarci per ore.
Gli Incredibili, 2004
Rimedio della Nonna
sfregare con un foulard di seta i capelli. La fibra naturale è in grado di assorbire tutta l’elettricità statica.
 
BRUFOLI
Spuntano sempre come funghi, e spesso non sono solitari. Hanno solo un lato “positivo”: ci fanno sentire più “teen ager”.
Villaggio dei Puffi
 
Rimedio della Nonna: 
applicare del dentrificio sul brufolo prima di andare a letto (e se la nostra voglia di “schiacciarlo” è proprio irrefrenabile, ricordiamo di disinfettarci le mani. Pena, essere noi la causa scatenante della proliferazione).
 
 
Vi viene in mente altro? Qualche suggerimento “della nonna”?
 
 
Nonna Papera
 
grazie a Cosmo che, anche se passano gli anni, ha sempre da insegnare

 

Latest Comments
  1. Anonymous
  2. Bri
  3. Anonymous
  4. Anonymous
  5. Anonymous

Post A Comment

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *